Foggia: commemorazione martiri delle foibe.

Anche quest'anno i movimenti Nuovo Ordine Nazionale e Forza Nuova, insieme al Movimento Patria Nostra e Movimento Nazional Popolare, hanno commemorato l'eccidio delle Foibe.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Anche quest'anno i movimenti Nuovo Ordine Nazionale e Forza Nuova, insieme al Movimento Patria Nostra e Movimento Nazional Popolare, hanno commemorato l'eccidio delle Foibe avvenuto per mano dei comunisti italiani e jugoslavi durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale. Oggi, a distanza di quasi 70 anni da quei terribili eventi, le vittime del comunismo continuano ad attendere una giustizia che stenta a farsi strada. Noi, con la nostra rinnovata presenza, abbiamo voluto dare spazio e voce a chi morì ingiustamente, ricordando a chi di dovere che nulla è stato dimenticato, nulla è passato fuori dal giudizio della storia e nulla è stato dispensato per chi continua a portare le colpe politiche di un capitolo storico ancora aperto e che governa indisturbato invece di pagare le aberranti colpe che continua a seppellire sottoil pattume delle false ideologie democratiche.
 

La commemorazione che abbiamo organizzato anche quest'anno, oltre ad aver avuto in se l'indissolubile volontà del ricordo, è stata anche l'occasione per dare un chiaro segnale alle forze politiche antagoniste presenti nella città Dauna alle quali, ne siamo certi, abbiamo chiaramente dimostrato che esiste una unità di intenti comune ed un solo obiettivo politico e sociale che si intende perseguire. Ai nostri detrattori, quindi, diciamo che non basteranno mille associazioni come l'ANPI, che ha voluto contro manifestare a favore di una democrazia fallimentare, svenduta alle banche internazionali, perché si possa dissolvere la nostra ferrea volontà combattiva e la nostra determinazione a compattare le forze politiche a noi simili e degne di fiducia, capaci di essere intolleranti a patteggimanti con il nemico e ad alienanti forme di connivenza con chi dovrebbe essere trattato come il peggior pericolo oggi esistente per la nazione.
 

Le forze politiche pulite, le organizzazioni che intendono rompere le catene applicate dai banchieri e dai loro camierieri politici, troveranno in noi dei validi alleati, pronti a caricarsi sulle spalle le dovute responsabilità storiche e sociali, purché questo stato di cose venga ribaltato dalle fondamenta e seppellito negli angoli più oscuri della storia dell'Umanità.

Giuseppe Martorana
NUOVO ORDINE NAZIONALE

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento