Cronaca

L'INCHIESTA | Chiuso per bomba, Foggia città sotto scacco: "Qui sembra di stare in Siria"

L'inchiesta del settimanale di approfondimento del TG1 con Enrica Majo. La testimonianza di un cittadino e di un imprenditore taglieggiato. Telecamere anche a Vieste

Quattro ordigni in un solo mese a Foggia. Tv7, settimanale di approfondimento a cura della redazione Speciali del Tg1, con Enrica Majo ripercorre i momenti drammatici successivi agli ordigni fatti esplodere in via Lucera e in via Miranda, e mostra le immagini della bomba piazzata davanti a Euronics. 

"Si vive nella paura, Candelaro è un quartiere a rischio per l'altro tasso di criminalità: "Qui sembra di stare in Siria, ti svegli la notte e senti un boato" dice Massimo, uno dei residenti del quartiere, "Non sai cosa dire a tuo figlio, non trovi le parole, è difficile. A me dispiace perché Foggia è una città dove ci sono persone perbene, che hanno ancora il coraggio di aprire una attività, poi li viene negata"

Nel servizio di Tv7 anche la testimonianza di un imprenditore che ha deciso di denunciare i taglieggiatori: "Ti chiedono i soldi o di inserire gli operai nelle tue aziende". Il comandante provinciale dei carabinieri, Marco Aquilio, ricorda che "Foggia non ha collaboratori di giustizia, ma qualche testimone o imprenditori che hanno deciso di denunciare". 

Le telecamere si spostano poi a Vieste, dove a parlare sono i commercianti vittime delle estorsioni riuniti nell'associazione antiracket impegnata in prima linea per la legalità

Il servizio video completo dal minuto 13.14

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'INCHIESTA | Chiuso per bomba, Foggia città sotto scacco: "Qui sembra di stare in Siria"

FoggiaToday è in caricamento