La Foggia notturna se ne frega delle restrizioni: da Piazza Padre Pio al centro storico, altri assembramenti senza mascherine

Malgrado l'ultimatum di Michele Emiliano, a Foggia la movida prosegue. Troppa gente in spazi angusti, troppe persone in giro senza mascherina. La zona di Piazza Padre Pio è ormai un caso

A 20 giorni dall'inizio della Fase 2, e nel primo weekend senza le restrizioni, un dato di fatto è ormai consolidato: a una Foggia complessivamente rispettosa delle restrizioni e degli obblighi in termini di distanziamento e di utilizzazione dei dpi, di giorno, si oppone una Foggia sprezzante delle regole, che ha scambiato l'allentamento del lockdown per un 'libera tutti'. E chi se ne frega delle mascherine, figuriamoci del distanziamento. 

Il maxi assembramento denunciato i giorni scorsi nei pressi di Piazza Padre Pio non è stato un episodio singolo. Nella serata di ieri almeno 150 persone affollavano la zona dove è ubicato lo 'Spaccanapoli', senza contare la copiosa presenza di giovani in Piazza Padre Pio (dove l'azione degli incivili ha già ripreso il suo corso), peraltro quasi completamente al buio. Persone ammassate sulle panchine o in piedi raggruppate in pochi metri, quasi tutte senza mascherine. 

Lo stesso accade anche nel centro storico. A mezzanotte e mezza nei quartieri settecenteschi la situazione è altrettanto preoccupante. Decine e decine di giovani raccolti in spazi angusti. E anche in questo caso la mascherina è un mero 'accessorio' di cui si servono in pochi. Gli indizi raccolti per generare una prova sono già diversi: a Foggia la movida è ormai ripresa come se niente fosse, eppure il virus viaggia ancora tra noi, malgrado il rallentamento evidente delle ultime settimane. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soltanto due giorni fa il presidente della Regione Michele Emiliano aveva rimarcato che malgrado l'allentamento delle restrizioni, la movida fosse ancora vietata, nonché di essere pronto a emettere una specifica ordinanza qualora si fossero verificati nuovi comportamenti irresponsabili. A giudicare dalle foto e dalle testimonianze, sembra evidente una riflessione su dei provvedimenti da assumere, prima che sia troppo tardi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • 25 infermieri contagiati, "un vero e proprio bollettino di guerra". L'ultimo caso registrato a Foggia due giorni fa

  • Uomo sparisce nel nulla: di lui non si hanno più notizie da venerdì, era andato da Peschici a Termoli con un amico

  • Aumentano i contagi a Foggia: vietato bere all'aperto e mascherine obbligatorie tutti i giorni (anche in zona Stazione)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento