menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pacco sequestrato

Il pacco sequestrato

"Stanno truffando mia suocera!", polizia arriva e arresta 30enne pronto a rifilare il 'pacco-truffa'

E' accaduto nella giornata di ieri, in via Celestino Galiani. La tempestiva segnalazione al 113 da parte del genero della donna ha permesso agli agenti delle 'Volanti' di arrestare il giovane poco prima di mettere a segno il colpo

Sorpreso mentre, con tanto di buoni di consegna, stava rifilando un "pacco-truffa" ad una anziana di via Celestino Galiani, a Foggia. La polizia, però, è arrivata in tempo per bloccare il malfattore - Umberto Evangelista, napoletano classe 1988 - ed arrestarlo con l'accusa di tentata truffa.

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della Sezione Volanti sono intevenuti in una abitazione su segnalazione del genero di una anziana, dove si stava perpetrando una truffa a mezzo consegna di un pacco. La modalità della truffa era identica alle numerose altre dello stesso genere tentate o messe a segno nelle ultime settimane a Foggia ed a San Severo, e per le quali la Polizia di Stato aveva potenziato sia il controllo del territorio che le attività investigative dirette ad identificare i protagonisti di tali odiosi reati. Nel caso specifico, uno degli agenti intervenuti ha riconosciuto nel 'presunto fattorino' l’autore di un’altra ai danni di una anziana signora, a maggio scorso, in cui lo stesso era riuscito a farsi consegnare 3.500 euro, per poi darsi alla fuga con l’ausilio di un complice. 

Si è proceduto, quindi, alla perquisizione del malfattore, il quale all’interno di una borsa nera, aveva nascosto il “pacco" chiuso con nastro da imballaggio  che avrebbe dovuto consegnare all’anziana signora, consistente in confezioni di riso. La vittima, poi, ha riferito che poco prima aveva ricevuto una telefonata in cui l’interlocutore si presentava come il nipote, che le chiedeva di pagare il pacco che le avrebbero consegnato per suo conto contenente pezzi per il computer. La donna ha creduto al contenuto della telefonata ma, non avendo tutto il denaro che le era stato richiesto (cioè 2.500 euro), ha chiamato la figlia per farsi dare i soldi mancanti. Quest'ultima, allarmata dalla strana situazione, ha informato il marito che, a sua volta, ha allertato la polizia. Immediato l'intervento degli agenti, che sono riusciti a bloccare l’uomo nell’androne delle scale all’atto della consegna del pacco. L’arrestato è sospettato di aver compiuto numerose truffe ai danni di anziani negli ultimi periodi a Foggia e Provincia. Il questore di Foggia, Mario Della Cioppa, ha immediatamente emesso il provvedimento di divieto di ritorno di anni 3 nel Comune di Foggia nei confronti dell'arrestato Evangelista Umberto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento