Accoltella socio in affari dopo litigio in un bar, poi si presenta in questura: "Sono stato io"

E' accaduto a Foggia, dove gli agenti della squadra mobile hanno fermato Fabio Lioce, 40enne foggiano, indiziato di tentato omicidio. Il fatto sarebbe avvenuto nel pomeriggio, dopo una violenta lite in un bar in Viale Ofanto

Immagine di repertorio

Si presenta in questura con la moglie, e confessa di aver accoltellato un amico durante un litigio. E' quanto accaduto a Foggia, dove nella giornata di ieri, gli agenti della squadra mobile hanno eseguito un fermo di polizia nei confronti di Fabio Lioce, 40enne foggiano, ritenuto gravemente indiziato di tentato omicidio. Il fatto sarebbe avvenuto nel pomeriggio, all'esito di una violenta lite scoppiata in un bar in Viale Ofanto.

Poco dopo, si è presentato in questura il 40enne che ha consegnato alla polizia anche il coltello utilizzato. Nel frattempo, dal pronto soccorso è partita la segnalazione alla Sala Operativa di un uomo giunto con ferite d’arma da taglio al fianco sinistro, precisando che le sue condizioni erano gravi, tanto che lo stesso è stato immediatamente sottoposto ad intervento chirurgico. Gli agenti hanno quindi iniziato una attività di riscontro alle dichiarazioni di Lioce, con il coordinamento della Procura della Repubblica; le indagini  hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Lioce, tanto da consentire al Pubblico Ministero di emettere il decreto di fermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività ha consentito anche di acclarare che il motivo della lite tra i due: ovvero mancati accordi sulla divisione di somme di denaro. Secondo quanto ricostruito, i due si erano dati appuntamento nei pressi del bar per un chiarimento, ma la discussione è degenerata e Lioce - impugnando il coltello a serramanico - ha sferrato quattro coltellate al suo socio di "affari”. Ultimate le attività d’indagine, il 40enne è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della locale Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento