menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Espulso per motivi di ordine e sicurezza, torna in città ma viene sorpreso dalla polizia: arrestato

E' accaduto la scorsa notte, a Foggia: gli agenti del Reparto Volanti della questura hanno arrestato ShKelqim Zholi. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato associato alla Casa Circondariale a disposizione della Procura di Foggia

Perquisiscono un pianto terra in cui era stata segnalata attività di spaccio di stupefacenti, trovano 43enne di nazionalità albanese espulso dal territorio italiano per motivi di ordine e sicurezza pubblica. E' accaduto la scorsa notte, a Foggia: gli agenti del Reparto Volanti della questura hanno arrestato ShKelqim Zholi.

All'arrivo della polizia, all'interno dell'appartamento vi erano tre persone che si sono date subito alla fuga; dopo un breve inseguimento, uno dei tre è stato fermato e identificato per Zholi. L’abitazione segnalata è stata sottoposta a perquisizione con esito negativo, ma dagli accertamenti effeettuati è emerso che il 43enne aveva fatto rientro sul territorio italiano dopo essere stato espulso per motivi di ordine e sicurezza pubblica, lo scorso 20 aprile. L'uomo, quindi, era rientrato in Italia senza la prescritta autorizzazione del Ministro dell’Interno nel quinquennio successivo alla data del provvedimento di allontamento. All’epoca dell’espulsione, Zholi era stato accompagnato dalla polizia e scortato a bordo di una motonave fino in Albania. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato associato alla locale Casa Circondariale a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento