Rubano pluviali in rame in pieno centro e li rivendono, ma non fanno i conti con le telecamere: arrestati

La risposta investigativa della polizia si è mossa attraverso l’acquisizione dei filmati di videosorveglianza, ancora una volta determinanti nella individuazione delle dinamiche del reato. I tre risponderanno di furto aggravato

Immagine di repertorio

Tre persone sono state identificate e fermate dalla polizia, dopo il furto di 10 pluviali in rame posti a perimetro dell'ex scuola di polizia, in pieno centro, a Foggia. Lo scorso 23 luglio, gli agenti della Squadra Volanti della questura, hanno arrestato tre soggetti di nazionalità bulgara. Si tratta di Stefan Dobrev, Kristian Torodov e Ivan Genov, tutti con precedenti specifici.

Nella  nottata tra il 19 e 20 luglio, i tre sono riusciti ad impossessarsi di 10 pluviali in rame. Gli stessi, privi di qualsiasi remora, hanno staccato con le mani i pluviali in rame, disarticolandoli dalla conduttura, senza porsi alcun problema che lo stavano facendo in una zona centralissima della città, pur consapevoli del rischio di essere notati. Dopo aver caricato i pluviali rubati su un carrello si sono dileguati.

Il modo tracotante con cui era stato commesso il reato, ha imposto una immediata risposta investigativa. Il vice dirigente dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, Fabio Russo, e il sovrintendente capo Nicola Vito Iacobone hanno avviato mirate indagini finalizzate a comprendere chi potesse essere il responsabile del furto. La pronta risposta investigativa della polizia si è mossa attraverso l’acquisizione dei filmati di videosorveglianza posti nei pressi dell’edificio in questione, ancora una volta determinanti nella individuazione delle dinamiche del reato.

La meticolosa visione dei filmati ha permesso agli agenti di riconoscere i tre malfattori a fronte dell’esperienza maturata nell’attività di controllo del territorio. I tre infatti, noti alle forze dell’ordine, erano stati altresì precedentemente fermati e notati piu volte nei controlli straordinari di controllo del territorio predisposti dal Questore di Foggia, Mario Della Cioppa, nella zona del Quartiere Ferrovia, che i medesimi, spesso  frequentavano e che la Polizia di Stato monitora costantemente. L’attività di incrocio dei controlli effettuati a carico dei soggetti ha permesso alla Polizia di Stato di ricostruire le zone solitamente frequentate dai tre malfattori. L’attività info-investigativa ha permesso altresì di acquisire anche la documentazione relativa alla vendita del materiale in rame, che i soggetti avevano immediatamente tagliato e venduto, grave indizio di colpevolezza a carico dei soggetti, arrestati perché  sottoposti a fermo di polizia giudiziaria di grave indiziato di delitto, su disposizione del pubblico ministero. Al termine delle formalità di rito i tre sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Quel piano 'bomba' per uccidere 'Fic Secc': ieri l'omicidio a colpi di fucile dell'erede di Romito, stub e perquisizioni

  • Bomba in vicolo Ciancarella, a Foggia: colpita la friggitoria 'Poseidon', malore per un residente

  • È foggiano il miglior panettone artigianale tradizionale d'Italia: è di Andrea Barile del bar pasticceria 'Terzo Millennio'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento