Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sfregia con l'acido e dopo 15 mesi è già libero. La drammatica storia di Filomena: "Così quell'uomo mi ha rovinato la vita"

Può esserci un'altra vita oltre la violenza? Sì. Nonostante trent'anni di convivenza difficile, nonostante continue vessazioni, nonostante tre figli, nonostante lui una notte decida di buttarti addosso dell'acido, sfregiandoti il 70% del corpo.

 

Lo dichiara Filomena Lamberti, la donna salernitana che nel 2012 si è vista svegliare alle 4.00 del mattino dal marito che, con la frase "Guarda cosa ti do", le ha versato addosso l'acido. "Quello che utilizzavamo in pescheria per sturare le tubature" rivela. La colpa di Filomena era aver deciso di lasciarlo quell'uomo, Vittorio Giordano, tre figli, trent'anni di violenza assistita. Sconterà solo 15 mesi in carcere. Una follia. Lei era ancora al Caldarelli di Napoli quando lui era già fuori.

"Giro l'Italia da Nord a Sud anche per rendere noto questo errore giudiziario, a che non accada più. Perchè io, in fondo, nella giustizia ci credo ancora" ha detto oggi in Corte d'Assise a Foggia, ospite del convegno "Un'altra vita oltre la violenza"  promosso da Maria Emilia De Martinis, Presidente della Camera Minorile di Capitanata, 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento