Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia

E’ ancora vivo il ricordo di Filippo, il delfino mascotte del Golfo di Manfredonia

Fu investito e ucciso dall'esplosione di un ordigno artigianale. Era invece un amico dei giochi, un'attrazione per i turisti e per i bambini. Morì il 6 agosto del 2004

Il 6 agosto del 2004 veniva rinvenuto senza vita Filippo, il delfino che dal 1998 era diventato indiscussa mascotte del golfo di Manfredonia, dei pescatori e dei finanzieri. Il suo primo avvistamento ufficiale risale però al settembre del 1997.

Otto anni dopo il tragico episodio, la sua immagine è ancora viva e la sua morte resta un amaro ricordo, oltre che un mistero.

Filippo infatti non era un delfino qualunque, ma il delfino del golfo sipontino, sua dimora fissa. Tant'è che alla sera riposava tra le motovedette della Guardia di Finanza.

Come riportato da Sipontoblog, per ricercare le reali ragioni del suo decesso fu eseguita anche un’autopsia presso la Facoltà Veterinaria dell’Università di Bari, dalla quale emerse che il Tursiops Truncatus fu investito e ucciso dall’esplosione di un ordigno artigianale. In un primo momento si pensò che fu l'elica di un motore a provocare la sua morte.

Su internet è tuttora on line un sito interamente dedicato alla sua figura “Ildelfinofilippo.org”. Lui amava il contatto con la specie umana, contrariamente a quei pochi che probabilmente lo ritenevano un nemico o un invasore. Avrebbe persino salvato una vita umana.

Era un amico dei giochi Filippo, un’attrazione per i turisti e per i bambini.

Oggi, a distanza di otto anni dal quel triste 6 agosto, continua a sguazzare nelle nostre acque attraverso filmati e scatti fotografici. Il suo ricordo è ancora vivo ed è difficile cancellarne gli effetti.

 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ ancora vivo il ricordo di Filippo, il delfino mascotte del Golfo di Manfredonia

FoggiaToday è in caricamento