menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima

La vittima

Fermato il presunto assassino di Bah, il 20enne accoltellato e ucciso da un suo connazionale

La posizione dell'indagato, nel frattempo rinchiuso nel carcere cittadino, è ora al vaglio della stessa procura e del gip del Tribunale di Foggia

A seguito di complesse indagini, attivate nell'immediatezza dell'omicidio di Algassimou Bah, ventenne della Guinea Equatoriale avvenuto nella baraccopoli del Gran Ghetto, nella notte tra martedi e mercoledi scorsi, i carabinieri della compagnia di San Severo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto una persona, nei cui confronti erano emersi importanti elementi investigativi.

"Questa notte è morto un altro invisibile"

Il sospettato, ascoltato a lungo dai carabinieri prima e, in qualità di indagato poi, anche dal magistrato della procura di Foggia, ha fornito importanti elementi ancora oggi oggetto di verifiche e approfondimenti. 

La posizione dell'indagato, nel frattempo rinchiuso nel carcere cittadino, è ora al vaglio della stessa procura e del gip del Tribunale di Foggia. Maggiori particolari saranno forniti all'esito dell'udienza di convalida del provvedimento restrittivo preso.

Sulla vicenda è intervenuto anche l'attività Aboubakar Soumahoro: "Cordoglio e giustizia per la famiglia di Algassimou Bah. Questa tragedia deve sollecitare un impegno risolutivo del Governo per abitazioni dignitose per i braccianti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento