rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022

Rossi c'è, il nuovo questore ai foggiani: "Antimafia sociale e amministrativa è la strada giusta"

Ferdinando Rossi, 56 anni di Nocera Inferiore, da oggi 20 aprile 2022 è il nuovo questore di Foggia

Ritiene che la videosorveglianza sia fondamentale ed è convinto che la criminalità organizzata si combatta con l'antimafia sociale - ovvero attraverso lo spirito di ribellione della società civile - e con quella esercitata dagli amministratori pubblici. E' questa, in sostanza, la ricetta del nuovo questore di Foggia, il 56enne di Nocera Inferiore, Ferdinando Rossi, presentata nel giorno del suo insediamento alla guida della questura di via Antonio Gramsci.

Ammette di non conoscere a fondo la situazione in provincia di Foggia, ma è a conoscenza del fatto che la o le mafie foggiane siano più aggressive di altre. "Mi aspetta un compito impegnativo e gravoso". Davanti agli organi di stampa esprime la percezione di un ritorno al passato, quando era dirigente della squadra mobile. Non nasconde la sua preoccupazione più grande: fare bene per incidere nella terra della 'Quarta Mafia'.

Approfondirà lo stato evolutivo della criminalità organizzata, a partire dalle situazioni di disaccordo all’interno dei gruppi malavitosi, che a suo dire potrebbero creare altri problemi. "Ho bisogno di approfondire queste tematiche" spiega.

Rossi c'è e farà di tutto per entrare nella testa delle persone vessate. "La collaborazione sia l'unica strada possibile" evidenzia. "Sono disponibile ad incontrare tutti, imprenditori e commercianti. Dobbiamo creare una linea diretta con il questore, che vorrei cercare di replicare e perseguire con più forza qui a Foggia".

Chi è il nuovo questore di Foggia

Sullo stesso argomento

Video popolari

Rossi c'è, il nuovo questore ai foggiani: "Antimafia sociale e amministrativa è la strada giusta"

FoggiaToday è in caricamento