Dalla tormenta di neve e gelo alla morte di Mario Matrella: si chiude gennaio, un mese terribile

Omicidi, incidenti stradali, lutti e tragedie. Tanti episodi negativi nel primo mese dell'anno, decisamente da dimenticare

Collage di foto

Nel salutare il 2016 ci eravamo augurati un 2017 ricco di gioie e soddisfazioni, ma il mese che volge al termine ha dimostrato come i sogni e le speranze quasi sempre finiscono per fare i conti con la triste realtà. Gennaio è stato un mese di disagi e notizie shock: dalla tormenta di neve che per alcuni giorni ha messo in ginocchio quasi tutti i comuni della Capitanata, alla tragica scomparsa di Mario Matrella, il tecnico verricellista foggiano tra le sei vittime dell’elicottero precipitato in Abruzzo durante un’operazione di soccorso.

Ed è stato anche il mese delle rapine, soprattutto agli automobilisti in agro di Cerignola, del rinnovo del consiglio provinciale e della polemica sul diretto Bari-Roma. Della politica foggiana in lutto per le morti di Giuliano Giuliani e Salvatore Tatarella, dei due omicidi a Vieste a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro e delle vittime della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento