Chiccobirillo avrà finalmente i farmaci necessari alla cura della leishmaniosi

A comunicarlo ai volontari della Protezione Animali di Foggia, il Comune. "Ci auguriamo che questi due mesi trascorsi inutilmente non abbiano ulteriormente intaccato le scondizioni di salute del nostro gigante buono"

Chiccobirillo avrà finalmente i farmaci necessari alla cura della leishmaniosi. "Ce lo comunica il Comune di Foggia con una sua nota,  dove chiarisce come i farmaci necessari saranno acquistati in tempi brevi, attraverso la gestione del canile comunale di Foggia, per poi essere messi a nostra disposizione" fa sapere Terry Marangelli.

"Questo iter si è reso necessario, come chiarito telefonicamente dalla funzionaria del Comune, in quanto l'Assessorato referente non ha mai previsto un capitolo di spesa utile all'acquisto dei farmaci necessari alle cure di quei randagi accolti a titolo volontario da associazioni e privati cittadini che scelgano di prendersene cura, cosa che la dice lunga sulla gestione del randagismo nella nostra città. Soddisfazione per l'esito positivo della questione,  ma anche disappunto per non essere stati ascoltati per l'ottenimento di qualcosa che sarebbe dovuto essere scontato, ancorché dovuto da chi istituzionalmente preposto. Risultato che dobbiamo, evidentemente, all'interessamento del Prefetto e della ASL, da noi invocati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiungono e concludono i Volontari della Protezione Animali di Foggia: "Ci auguriamo che questi due mesi trascorsi inutilmente non abbiano ulteriormente intaccato le condizioni di salute del nostro gigante buono Chiccobirillo. Ringraziamo quanti, tra i privati cittadini, si erano offerti per aprire una sottoscrizione per l'acquisto dei farmaci, ma, come chiarito dal precedente comunicato, non era questo il nostro intento. Rimaniamo della convinzione che non sia corretto sollecitare il buon cuore delle persone in presenza di un diritto sancito per legge"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento