Cronaca

Fallimento Amica, governo Mongelli: “Faremo sforzi per città e lavoratori”

Con la necessaria urgenza, sarà definito, in accordo con la curatela fallimentare e il giudice fallimentare, il contratto di servizio alla base dell'organizzazione e dello svolgimento della raccolta dei rifiuti urbani

Gianni Mongelli

Dispiacere e malumore. E’ quanto il sindaco e le forze politiche della maggioranza hanno provato alla notizia della sentenza della Corte d’Appello di Bari che nella tarda mattinata di ieri ha dichiarato il fallimento di Amica, respingendo i ricorsi presentati dal Comune di Foggia.

“Confermiamo la profonda convinzione che il percorso dell’amministrazione straordinaria sarebbe stato quello più utilmente percorribile a tutela dei livelli occupazionali, del patrimonio aziendale e della platea dei creditori. Ciononostante saranno compiuti tutti gli atti necessari ad evitare che il fallimento possa determinare conseguenze drammatiche, per la città e i lavoratori.

L’Amministrazione comunale e le forze politiche sono impegnate fin d’ora a determinare, innanzitutto, le condizioni che assicurino la continuità del servizio. Con la necessaria urgenza, sarà definito, in accordo con la curatela fallimentare e il giudice fallimentare, il contratto di servizio alla base dell’organizzazione e dello svolgimento della raccolta dei rifiuti urbani.

Contestualmente saranno effettuati tutti gli approfondimenti propedeutici all’attivazione di forme di collaborazione operativa con soggetti pubblici e privati, a partire dalla stipula di contratti di fitto di uno o più rami d’azienda.

Ciascuna di queste iniziative, infine, sarà opportunamente inserita nella prospettiva indicata dalla normativa nazionale relativamente all’indizione della gara per l’affidamento del servizio.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Amica, governo Mongelli: “Faremo sforzi per città e lavoratori”

FoggiaToday è in caricamento