rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Da impianto da bonificare ad alloggio di fortuna: ecco cos'è oggi l'ex inceneritore di rifiuti

La denuncia di Giorgio Cislaghi: “Ora che è tempo di riscrivere i piani sociali di zona. Non si può più continuare a chiudere gli occhi sulla triste realtà

Una struttura da recuperare, ma che per ora offre solo l’ennesimo scenario avvilente. Stiamo parlando dell’ex inceneritore di Foggia, un impianto in attesa della necessaria bonifica, che nel frattempo viene usato come alloggio di fortuna da un paio di famiglie di migranti.

La denuncia arriva da Giorgio Cislaghi: “Ora che è tempo di riscrivere i piani sociali di zona, ché il dibattito su quale ospitalità dare ai braccianti migranti è ancora di attualità (in attesa dello smantellamento dei vari ghetti) non si può più continuare a chiudere gli occhi di fronte a questa triste realtà: lavoratori migranti, stagionali o stanziali, non trovano un'ospitalità che sia alla loro portata e assicuri condizioni di vita decenti”.

L’ex sindacalista rincara: “Quali sono i piani sociali per affrontare il problema? Quali iniziative ha intrapreso il "servizio sociale" del Comune di Foggia che ha competenza sulle politiche di sostegno per le famiglie dei migranti?”

“Questo è il vero volto delle politiche di destra – conclude Cislaghi –, di chi continua a far finta che i problemi non esistano semplicemente perché nessuno ha voglia di sollevarli. Quali sono le proposte che arrivano dalle varie sinistre, più o meno unite? Per ora un assordante silenzio e nulla più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da impianto da bonificare ad alloggio di fortuna: ecco cos'è oggi l'ex inceneritore di rifiuti

FoggiaToday è in caricamento