menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Istituto Autonomo Case Popolari

Istituto Autonomo Case Popolari

Foggia, ex asilo nido da occupato a centro d’accoglienza per sfrattati

Il Comune e lo IACP si confrontano dopo l'ultimo sgombero della struttura del Rione dei Preti avvenuto 20 giorni fa

L’ex asilo nido del Rione dei Preti potrebbe essere presto trasformato in una struttura di prima accoglienza temporanea per sfrattati e quanti sono costretti ad affrontare situazioni di disagio abitativo. E’ l’ipotesi operativa su cui si stanno confrontando Comune di Foggia e Istituto Autonomo Case Popolari per il futuro utilizzo dei locali dove era l’asilo nido gestito dal CIF.

L’immobile di proprietà dello IACP è stato occupato per ben tre volte nel mese di ottobre, e per altrettante volte è stato sgomberato. Dopo l’ultimo intervento avvenuto circa 20 giorni fa, sono stati murati tutti gli accessi per evitare la reiterazione dell’abuso. Il locale ha un’estensione di circa 280 metri quadri coperti e poco meno 1.500 metri quadri scoperti.

“Già nel primo incontro con il commissario dell’Istituto Autonomo Case Popolari abbiamo riscontrato la sua volontà di venire incontro alle esigenze espresse dal Comune – afferma la consigliere comunale Annarita Palmieri, incaricata dal sindaco di coordinare le Politiche abitative – Una soluzione per noi doppiamente utile, giacché ci consentirebbe di offrire un servizio essenziale a persone in difficoltà e di ridurre la spesa che oggi affrontiamo per fornire questa stessa forma di assistenza utilizzando la struttura dell’Opera Pia Scillitani, a cui versiamo 250 euro a titolo di canone mensile per persona”.

“L’Amministrazione comunale sta mettendo in campo tutte le strategie utili ad alleviare le sofferenze di quanti vivono in condizioni di disagio – commenta l’assessore alle Politiche sociali Pasquale Pellegrino – ma non è certo con i fondi del Piano Sociale di Zona che, ad esempio, si può risolvere un’emergenza abitativa che, nonostante i tagli agli sprechi assistenzialistici, continua a costare alle casse comunali milioni di euro l’anno”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento