Foggia è stanca, "sotto scacco da un manipolo di malviventi". Il procuratore: "Non è possibile, reagite e ribellatevi!"

Le dichiarazioni del procuratore Ludovico Vaccaro a margine della conferenza stampa per l'arresto di due giovani per tentata estorsione. "Per la situazione in cui versa, Foggia dovrebbe essere integralmente videosorvegliata"

Ludovico Vaccaro

“Non è possibile che un manipolo di malviventi tenga sotto scacco la città: ribellatevi!" Il procuratore Ludovico Vaccaro invita ancora una volta imprenditori, commercianti e cittadinanza alla collaborazione attiva con magistratura e forze dell'ordine per estirpare la piaga delle estorsioni, che infesta  e soffoca l'economia cittadina.

“La città è giustamente stanca", dice, rifacendosi allo sfogo della titolare di 'Estaticamente', l'attvitià di via Lucera destinataria di due bombe nel giro di appena 100 giorni. "L’estorsione è un reato parassitario, che mette in ginocchio l’economia della città. Bisogna trovare il coraggio di denunciare e ribellarsi”. La Procura e le forze dell’ordine, sottolinea ancora il Procuratore, stanno mettendo in campo grandissimo impegno e risorse per dare risposte immediate alle vittime di estorsione. In particolare è stato istituito un pool specifico, composto da 7 magistrati più un coordinatore, di cui due sono dedicati solo all’emergenza Foggia. 

"Per sua natura, l'estorsione è un reato che lascia traccia", continua ancora Vaccaro. Se c'è quindi una denuncia, ci sarà un contatto telefonico, un avvicinamento o un passaggio di denaro in grado di inchiodare gli estortori alle proprie responsabilità. Poi torna sull'importanza di telecamere e videosorveglianza: "Purtroppo la città è poco dotata di videosorveglianza", spiega.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per la situazione in cui versa, Foggia dovrebbe essere integralmente videosorvegliata. Iniziative in tal senso dovrano venire sia dagli enti pubblici che da privati, che possono, tramite accordi e convenzioni, aumentare la presenza di sistemi di sicurezza. Le vittime non devono sentirsi sole. Prenderò contatti con Tano Grasso per un'associazione antiracket che smuova le coscienze: Foggia reagisci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento