Esplode bombola a San Marco in Lamis, due cittadini evitano tragedia

Matteo Gravina ed Emanuele Ceddia hanno tratto in salvo il residente e portato la bombola del gas sul balcone che affaccia la centralissima Piazza Madonna delle Grazie. Proposto riconoscimento

Foto scoppio

Tragedia sfiorata ieri sera a San Marco in Lamis. Poco dopo le 20 in una palazzina sita nella centralissima e frequentata Piazza Madonna delle Grazie, una bombola di gas che alimentava una stufa ha preso fuoco.

Il tempestivo intervento di due concittadini, Matteo Gravina e Lello Ceddia, che in quel momento passavano di lì, ha evitato "una seconda Torremaggiore".

Con coraggio e slancio di altruismo sono entrati nell’abitazione forzando il portone e portando in salvo il residente. In un secondo momento hanno tentato invano di chiudere la bombola ma le fiamme erano già in atto. A quel punto i due hanno spinto la bombola sul balcone che affaccia sull’affollatissima piazza.

Pochi secondi dopo è giunta una pattuglia della Polizia Municipale, dei Carabinieri e dei Volontari della Protezione Civile. I passanti e i curiosi sono stati allontanati dall’area mentre la bombola è esplosa pochi secondi dopo provocando uno spostamento d’aria e un boato fortissimo avvertito anche in periferia.

Danni lievi all’abitazione, a un’auto in sosta e alle finestre dei locali adiacenti di proprietà della parrocchia delle Grazie; nessun ferito ma solo una lieve ustione alla mano al residente e un malore per una passante al momento della deflagrazione, entrambi curati dal Soccorso Sanitario 118.

VIDEO ROBERTO MANGINI: CLICCA QUI

L’area interessata è stata chiusa al traffico veicolare e pedonale per consentire le operazioni di messa in sicurezza da parte dei Vigili del Fuoco del distaccamento di San Severo e la rimozione dei detriti dalla strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le operazioni sono terminate intorno le 23:00. Una tragedia evitata grazie all’intervento di due "temerari" che hanno rischiato la propria vita per salvarne altre” ha dichiarato il caposquadra dei Vigili del Fuoco che si è congratulato personalmente con i due, per i quali sarà proposta la Civica Benemerenza come segno di riconoscimento e ringraziamento della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento