Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia / Bacino Alti Fondali - Porto di Manfredonia

Manfredonia come in un film: l'esercitazione antincendio e antinquinamento in mare

La Capitaneria di Porto: "Lo scopo di tali esercitazioni è testare l'efficacia delle misure del piano portuale antincendio ed antinquinamento nonché la preparazione del personale chiamato ad intervenire"

Una situazione catastrofica ricostruita ad hoc e fronteggiata nel migliore dei modi, nell’ambito di una esercitazione antincendio portuale ed antinquinamento programmata quest’oggi nel bacino alti fondali di Manfredonia. L’operazione si è conclusa con la simulazione del materiale sversato in mare e con la ripresa della normale attività lavorativa portuale ed ha visto coinvolti gli uomini della Capitaneria di porto di Manfredonia, del commissariato sipontino, dei servizi portuali e dei vigili del fuoco del locale distaccamento.

“Lo scopo di tali esercitazioni – spiegano dalla Capitaneria - è quello di testare sul piano pratico l’efficacia delle misure del piano portuale antincendio ed antinquinamento nonché’ la preparazione del personale chiamato ad intervenire. Il bilancio è sicuramente positivo poiché’ sono state attuate tutte le misure di sicurezza previste e il personale partecipante, compreso l’equipaggio di bordo del mercantile straniero, ha agito con professionalità e tempestività”.

FOTO | Le fasi dell'esercitazione antincendio al bacino alti fondali del porto di Manfredonia

Il “canovaccio” dell’esercitazione e le operazioni svolte | Alle 9,30 una comunicazione da parte del comando della motonave “Bunum Champion”, battente bandiera di Hong Kong e ormeggiata nel porto industriale è giunta alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Manfredonia. Il comandante del mercantile ha segnalato la presenza di un grosso incendio in un locale di vita e si è attivato immediatamente per affrontare lo stesso con l’impiego delle squadre antincendio di bordo.

Sotto il coordinamento del Comando della Capitaneria di Porto, sono state allertate le forze di polizia, i servizi portuali (pilota, ormeggiatori e rimorchiatore) ed informata la Questura di Foggia. In brevissimo tempo sono giunti sul porto industriale i militari della Capitaneria, gli agenti del Commissariato di polizia, i servizi portuali e una squadra dei vigili del fuoco di Manfredonia pronta ad intervenire per fronteggiare le fiamme.

Si è proceduto, quindi, ad estinguere l’incendio assicurandosi che nessuno del personale marittimo imbarcato avesse riportato alcun danno fisico e/o infortunio. Successivamente, però, ci si è accorti che l’incendio aveva causato la rottura di una pompa contenente liquido inquinante sversato in mare. E’ stato attivato immediatamente il piano locale antinquinamento che ha previsto la chiamata della ditta competente al contenimento della chiazza oleosa tramite panne galleggianti ed al recupero del prodotto con l’utilizzo dell’apparecchiatura “Skimmer” presente a bordo del mezzo navale “Scarabeo”, intervenuto sul luogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredonia come in un film: l'esercitazione antincendio e antinquinamento in mare

FoggiaToday è in caricamento