Inseguirono ed arrestarono rapinatori: Encomio Solenne per due carabinieri

Sono il brigadiere Angelo Troiano e l'appuntato Raffaele Citro. Tre malviventi avevano rapinato una gioielleria all'Eurospar di Lucera

La consegna durante la cerimonia

Il Generale di Divisione Maurizio Gualdi, comandante dell’Interregionale “Ogaden”, ha consegnato al brigadiere Angelo Troiano e all’appuntato Raffaele Citro, un “Encomio Solenne” per aver tratto in arresto, in flagranza di reato, tre autori di una rapina consumata lo scorso 5 marzo presso una gioielleria. Alla cerimonia erano presenti il comandante della Legione carabinieri Puglia Generale di brigata Claudio Vincelli ed il comandante provinciale dei carabinieri di Foggia Colonnello Antonio Basilicata.

Quel giorno un elettricista, un muratore e un agricoltore, due di Cerignola e uno di Orta Nova, furono arrestati dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lucera per la rapina consumata presso la gioielleria “Follie d’oro” del centro commerciale Eurospar sito lungo la provinciale 109.

I  tre, accompagnati da un complice ancora in via di identificazione e coperti da passamontagna, fecero irruzione nel negozio, immobilizzarono la commessa puntandole una pistola semiautomatica alla testa, e asportarono i monili d’oro dai cassetti per un valore di circa 80mila euro.

Non paghi del colpo che era stato appena compiuto, e prima di fuggire via a bordo di un’Audi A6 di colore scuro, si fecero consegnare da una cassiera del supermercato di fronte, l’incasso di 300 euro. Sfuggiti calla cattura della polizia, i malviventi furono intercettati dai carabinieri sulla provinciale 117 che collega Biccari a Foggia.

Dopo un  inseguimento durato alcune centinaia di metri, l’autovettura Audi svoltava in un tratturo interpoderale e data l’elevata velocità si ribaltava, terminando la propria corsa in una cunetta e prendendo fuoco nell’immediatezza. Gli occupanti riuscivano ad uscire dal mezzo e si davano a precipitosa fuga per le campagne circostanti. I militari operanti riuscirono però a bloccarli e ad arrestarli.

Parte della refurtiva danneggiata fu rinvenuta annerita dalle fiamme, ma ugualmente restituita alla titolare. Fu trovata anche una pistola semiautomatica calibro 9 con colpo in canna risultata oggetto di un furto commesso a Cesena nel lontano 2mila e un serbatoio contenente 6 cartucce.

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

  • Le app beauty da avere sullo smartphone

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento