San Severo: la centrale elettrica En Plus ottiene la certificazione ISO 14001

Il riconoscimento delle certificazione rientra tra gli impegni assunti nell'ambito della Convenzione siglata lo scorso anno da En Plus con il Comune di San Severo

La centrale En Plus di San Severo

A poco più di un anno dall'entrata in esercizio, l'impianto termoelettrico a ciclo combinato En Plus di San Severo ha ottenuto la conformità del proprio sistema di gestione ambientale alla normativa UNI-EN-ISO 14001, raggiungendo così un importante obiettivo nell'ambito della tutela e della salvaguardia dell'ambiente.

Tale certificazione - rilasciata dall'ente internazionale Det Norske Veritas, prestigiosa fondazione indipendente attiva nella valutazione della gestione del rischio - è la concreta dimostrazione della scelta volontaria di En Plus, società partecipata dal gruppo svizzero Alpiq (60%), Energetic Source – Gruppo Avelar (30%) ed En&En (10%), di garantire che tutte le attività legate al funzionamento della propria centrale elettrica si svolgano nel rispetto delle più stringenti normative vigenti.

La certificazione ISO 14001, ottenuta a conclusione di un positivo audit presso la centrale, fa parte degli impegni che En Plus ha sottoscritto lo scorso novembre con la Convenzione siglata insieme al comune di San Severo. 

Con una superficie di 40.000 m2 e una potenza installata di 400 MW, la centrale En Plus rientra tra gli impianti tecnologicamente all'avanguardia, in particolar modo dal punto di vista ambientale.

L'impianto, infatti, recupera acqua di scarico dal proprio processo produttivo ed è dotato di sistemi di controllo della combustione che abbattono le emissioni in atmosfera a valori di gran lunga inferiori ai limiti previsti dalle più rigorose leggi europee.

«Aver ottenuto la certificazione ISO 14001 da uno dei più riconosciuti enti certificatori internazionali – dichiara l'Ing. Massimiliano Bignami - premia gli sforzi continui della nostra società di garantire che la centrale di San Severo possieda un sistema di gestione adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali e i livelli di sicurezza, ricercando sistematicamente il miglioramento in modo coerente, efficace e soprattutto sostenibile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento