rotate-mobile

Rabbia e dolore per la morte di Ciro: "Non doveva capitare, è morto da eroe". Emiliano in obitorio: "Aiuteremo la famiglia"

La salma del giovane volontario della protezione civile si trova nell'obitorio del Policlinico Riuniti. Emiliano: “E’ un dolore immenso per tutti. Questo dimostra come l’impegno della protezione civile non sia mai privo di rischi”

E’ il giorno della rabbia e del dolore. Foggia piange la morte di Ciro Campagna, il giovane volontario della protezione civile morto a 19 anni, dopo essere stato investito in A16, dove era impegnato a fronteggiare un incendio.

Non si danno pace i colleghi della protezione civile: “Non doveva capitare, e non deve capitare a nessuno. Ciro è morto da eroe”, spiegano tra le lacrime. “Speriamo che cambi qualcosa per il mondo del volontariato, che ci sia più sicurezza. Ciro era sempre disponibile, sempre con il sorriso”, ricordano.

Il cordoglio di Borrelli: "Era espressione dei valori fondanti della Protezione Civile"

Questa mattina, all’obitorio del Policlinico Riuniti di Foggia, dove si trova la salma in attesa del rilascio del nulla osta, è giunto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: “E’ un dolore immenso per tutti. Questo dimostra come l’impegno della protezione civile non sia mai privo di rischi. Ci sono sempre situazioni nuove e imprevedibili per questi ragazzi che lavorano per la nostra sicurezza, per proteggerci in caso di calamità naturali, incendi, inondazioni”, spiega Emiliano.

Quella di Ciro, continua il governatore della Puglia, è una “famiglia già molto provata dalla morte prematura del padre e quindi ho fatto presente alla mamma la vicinanza di tutti noi, della Regione Puglia, e della disponibilità a sostenere la famiglia in questo momento di dolore irrimediabile” | IL VIDEO

Sullo stesso argomento

Video popolari

Rabbia e dolore per la morte di Ciro: "Non doveva capitare, è morto da eroe". Emiliano in obitorio: "Aiuteremo la famiglia"

FoggiaToday è in caricamento