rotate-mobile
Cronaca

Foggiani stremati e senz'acqua, un 'carter' per risolvere l'emergenza idrica: ma il pezzo è ancora in viaggio

Continua l'emergenza idrica a Foggia, il carter che sarebbe dovuto arrivare 3 giorni fa è ancora in viaggio.

Sembrava quasi fatta, quando, lunedì mattina, sul luogo della rottura, si erano stimate 48 ore per ripristinare la condotta danneggiata che ha lasciato Foggia a secco per la seconda volta.

Dopo aver provveduto a riparare la falla - ricordiamo - una guarnizione non aveva retto alla pressione e si è dovuto ritornare al bypass per garantire il minimo indispensabile ai cittadini.

In seguito a questo, si è pensato di ricorrere ad un carter, una sorta di camicia metallica che avvolga la condotta, fatto costruire appositamente per questa condotta con sezione da 1800 mm. L'arrivo era previsto nella giornata di lunedì; ma ciò non è avvenuto e il tutto è stato rimandato alla giornata di oggi: questo pezzo dovrebbe essere montato dai tecnici di Acquedotto Pugliese entro le 24 ore.

Il passo successivo sarà quello di ristabilire la pressione dell'acqua in modo graduale per evitare che le tubature che raggiungono tutta la città, possano scoppiare per via della eccessiva e improvvisa pressione.

Nel frattempo, continuano incessantemente le segnalazioni e le lamentele di chi abita ai piani alti. Ci sono intere famiglie ancora senza acqua. Tuttavia, come già ribadito precedentemente da Acquedotto Pugliese, secondo la carta dei dei servizi, l'azienda del servizio idrico integrato garantisce una pressione tale da fornire al massimo il secondo piano.

A questo punto, ai cittadini non resta che aspettare che i lavori vengano finalmente completati, continuando a rifornirsi, in caso di necessità, dalle autobotti dislocate all'interno del perimetro cittadino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggiani stremati e senz'acqua, un 'carter' per risolvere l'emergenza idrica: ma il pezzo è ancora in viaggio

FoggiaToday è in caricamento