Atti vandalici, incendi, furti e rapine: è emergenza criminalità a Poggio Imperiale

Assalti a bancomat, furti e rapine. Sull’emergenza criminalità, Giuseppe Saccone, segretario cittadino di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, chiede spiegazioni al sindaco e all’amministrazione comunale

Immagine di repertorio

La segreteria di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale condanna gli atti criminosi che nei giorni scorsi hanno colpito la comunità di Poggio Imperiale ed esprime vicinanza e solidarietà alle vittime. Sull’emergenza criminalità, il segretario cittadino Giuseppe Saccone, in un comunicato al vetriolo striglia il sindaco e l’amministrazione comunale, chiedendo loro di ascoltare le proposte e organizzare un incontro pubblico con i cittadini per fare il punto della situazione e spiegare come il governo locale si sta muovendo per risolvere un fenomeno acuito dagli ultimi fatti di cronaca.

IL DOCUMENTO CONGIUNTO. “Già quest’estate, dopo le bombe ai bancomat (i cui presunti responsabili sono stati assicurati alla Giustizia), alle private abitazioni e dopo gli incendi a due attività commerciali, assieme a Forza Italia e Tarranova Con il Cuore, pubblicammo un documento congiunto con il quale chiedevamo al sindaco e a tutta l’Amministrazione da lui guidata di mobilitarsi presso le opportune e competenti sedi istituzionali, al fine di ottenere un incremento del personale delle forze dell’ordine a presidio del territorio, e di avviare uno studio di fattibilità tecnica e finanziaria per la messa a punto di un impianto di videosorveglianza in paese, che nella vicina San Severo ed in molte altre città italiane ha portato rilevanti risultati in termini di prevenzione e repressione della criminalità”.

IL COMITATO IN PREFETTURA. “A quella richiesta seguirono un Consiglio Comunale straordinario (nel quale la Giunta altro non fece che lavarsi le mani, esprimendo con una delibera formale solidarietà alle vittime di quelle azioni e promettendo un successivo Consiglio nel quale avrebbe portato le sue proposte più concrete per combattere la delinquenza) ed un comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico in Prefettura, con la partecipazione del nostro sindaco, che non ha mai reso pubblicamente dichiarazioni sugli esiti della riunione e su quanto la Prefettura fosse intenzionata a fare a beneficio del nostro comune”.

FURTI E RAPINE. “La delibera salva faccia approvata all’unanimità dal Consiglio comunale non ha certamente intimorito i delinquenti, che nel corso dell’estate e fino ad oggi si sono dilettati in furti di auto, in abitazioni ed attività commerciali, rapine a mano armata, ed addirittura furti al cimitero, fino ad arrivare alle vandaliche azioni della scorsa notte, ovvero due automobili incendiate e due gravemente danneggiate, con buona pace dei proprietari”

LE PROPOSTE. “Ci chiediamo e chiediamo al sindaco se non sia forse finito il tempo del tergiversare e sia arrivato quello di passare all’azione: si faccia avanti in Consiglio comunale e porti sul tavolo proposte che consentano una migliore e più risoluta azione di contrasto alla criminalità da parte della polizia locale e dei carabinieri, in primis l’installazione di telecamere agli ingressi e in alcune zone centrali del paese, che, costituendo un forte deterrente per chi delinque, a noi pare costituire la più efficace misura per tentare seriamente di porre rimedio a questa grave problematica, oltre ovviamente al pretendere, più che chiedere, un maggiore presidio del territorio da parte delle forze dell’ordine, come già ottenuto dal suo “compagno” Miglio, sempre a San Severo”

L’AUGURIO. “In un tempo in cui la piccola criminalità dilaga, spinta ancor più dal disagio sociale che le politiche economiche dei Governi Monti-Letta-Renzi hanno messo in campo col sostegno del PD e di Alfano, le Istituzioni dello Stato hanno il dovere di garantire e difendere i cittadini onesti. Quando lo Stato viene meno a questo sacrosanto dovere di ogni Paese liberale, i cittadini autonomamente si sostituiscono ad esso: non ci si stupisca poi se questi preferiscano la più sconcertante, ma efficace, giustizia privata. Il selvaggio e violento far west non sarebbe mai esistito le gli Stati Uniti se allora avessero dato più attenzioni ai disagi del sud. Ci auguriamo perciò che l’amministrazione comunale voglia questa volta darci ascolto, promuovendo magari anche un pubblico incontro con i concittadini per fare il punto della situazione e spiegarci come si stanno muovendo sulla materia”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Da "nonostante sia di Foggia" a 'Zoo pieno di terroni": aperto procedimento contro Feltri dopo l'esposto dei colleghi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento