rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca

"Siamo allo stremo delle forze". Dottoressa si sfoga: "Non chiamate il 118 e non venite in ospedale se non è necessario"

L’invito è di Giuliana Cocuzzi, medico del 118 Asl Fg ora in supporto al pronto soccorso del ‘Riuniti’ per carenza di personale: "Vacciniamoci ed evitiamo per un po' situazioni a rischio"

Omicron corre e il contagio avanza veloce nella Puglia ripiombata nella ‘zona gialla’. Dal 118 e dal pronto soccorso cittadino arriva quindi l’appello: “Evitiamo di chiamare il 118 e intasare gli ospedali, se non strettamente necessario”. Ma soprattutto: "Vacciniamoci ed evitiamo per un po' situazioni a rischio".

L’invito è di Giuliana Cocuzzi, medico del 118 Asl Fg ora in supporto al pronto soccorso del ‘Riuniti’ per carenza di personale: “Sono due anni che lottiamo contro questo maledetto virus”, si sfoga la dottoressa. “Ci siamo trovati per primi a trattare pazienti che presentavano sintomi come febbre e insufficienza respiratoria non spiegabili. Abbiamo imparato nuovi protocolli operativi, vestizioni, svestizioni, sanificazioni e spesso abbiamo curato pazienti a casa perché, diciamolo, eravamo gli unici ad entrare nelle case di questi pazienti”, spiega.

“Ci siamo vaccinati, ci siamo ammalati, ci siamo anche sentiti supereroi. E quando sembrava andar meglio, rieccoci allo stesso punto, con pazienti Covid positivi anche gravi, ma con il dramma di più operatori sanitari contagiati, già allo stremo delle forze, soprattutto quelli che operano nei dipartimenti di emergenza”.

Mentre dall’esterno sembra che tutto vada bene, spiega Cocuzzi, “interi settori - vedi le postazioni del 118 - operano con personale ridotto anche più del 50%. Per non parlare dei disagi in famiglia, figli allontanati per evitare di contagiarsi. Si è vero,  i sintomi nella maggior parte dei casi sono lievi, tranne casi in cui coesistono importanti patologie, ma se noi siamo bloccati, chi li cura tutti gli altri pazienti?”, di chiede. Per questo, lancia l’appello: “Vacciniamoci, ma soprattutto evitiamo per un po' situazioni a rischio e evitiamo di chiamare il 118 e intasare gli ospedali se non strettamente necessario”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo allo stremo delle forze". Dottoressa si sfoga: "Non chiamate il 118 e non venite in ospedale se non è necessario"

FoggiaToday è in caricamento