Carcere di Foggia al collasso: "Subito 60 nuovi agenti ed un comandante in pianta stabile. Basta essere ignorati"

Carmine Miroballo, segretario Fns Cisl della Foggia, rinnova il grido d’allarme sulla situazione di via delle Casermette. Lo fa nel giorno della visita di Bernardo Petralia, capo dipartimento dell’amministrazione penitenziaria

Immagine di repertorio

“Chiediamo 60 nuovi agenti e un comandante ed un vicedirettore che siano in pianta stabile per il carcere di Foggia. Non è possibile che le nostre richieste restino inascoltate per anni!”.

Carmine Miroballo, segretario generale della Fns Cisl di Foggia, rinnova il grido d’allarme sulla situazione al limite del collasso che da molto tempo vive l’istituto penitenziario del capoluogo dauno. Lo fa proprio nel giorno della visita di Bernardo Petralia, capo dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

“Quello di Foggia è un carcere di fatto abbandonato negli anni dall'amministrazione centrale, un carcere che vive una situazione gravissima a causa della cronica carenza di personale. Lo denunciamo da anni, ma nessuno interviene e la situazione si aggrava sempre di più. Il personale oggi in forza - sottolinea Carmine Miroballo - è costretto a turni massacranti anche di 10 ore. Una situazione lavorativa insostenibile, che sottopone le guardie penitenziarie a stress, malesseri e sacrifici incredibili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come non rimarcare come tutto questo abbia sicuramente influito non poco sulla recente evasione di massa, evento che molto probabilmente si sarebbe potuto evitare se solo fosse stata accolta la nostra istanza di incremento del personale inoltrata più volte al Prefetto e ai vertici istituzionali, non da ultimo nell’ottobre dello scorso anno. Ecco perché ci uniamo al coro unanime di chi chiede interventi rapidi per l’incremento del personale, ma anche per la riorganizzazione dirigenziale. Foggia è carcere di massima sicurezza, merita di più di provvedimenti tampone, merita un comandante in pianta stabile ed un vice direttore che possa coadiuvare nella gestione interna, che non può sempre e solo tradursi nell’arginare l’emergenza”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento