Cronaca

Marijuana nel forno e cocaina gettata nel water: perquisizioni a tappeto a Zapponeta e i cittadini ringraziano i carabinieri

Un giovane è stato arrestato e altri due denunciati. Le ispezioni sono state effettuate nell'ambito di un servizio rinforzato di controllo del territorio, organizzato anche sulla scorta delle segnalazioni

Aveva nascosto in un piccolo forno da cucina più di 20 grammi di marijuana già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, denaro contante e materiale utile al confezionamento: a scoprirlo i carabinieri che hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 26enne di Zapponeta.

I militari della locale Stazione erano intervenuti con il supporto specializzato delle unità cinofile e hanno rinvenuto la droga, tutto l'occorrente per il confezionamento e una somma ritenuta provento dell'attività illecita, abilmente occultati, nel corso di una perquisizione effettuata nelle pertinenze dell’abitazione del giovane già noto alle forze dell'ordine. Il 26enne è stato posto agli arresti domiciliari, convalidati dall'Autorità Giudiziaria.

Hanno tentato invece di disfarsi della droga gettandola nel water due giovani conviventi, di 28 anni e 24 anni, anche loro di Zapponeta. I carabinieri, sempre a seguito di una mirata perquisizione domiciliare, sono riusciti a recuperarne una parte, pari a 6 involucri pronti per la vendita, tutti contenenti cocaina, del peso complessivo di 5 grammi circa. I due sono stati denunciati in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In un altro controllo in un’abitazione, un uomo di Zapponeta, trovato in possesso di una modica quantità di marijuana, è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Le perquisizioni sono state effettuate nell'ambito di un servizio rinforzato di controllo del territorio che, fanno sapere dal Comando provinciale dei carabinieri, è stato particolarmente apprezzato da molti cittadini che hanno ringraziato l'Arma, intervenuta anche a seguito di segnalazioni.

In occasione della stessa attività, con più pattuglie, i militari hanno proceduto a numerosi controlli in merito al rispetto delle norme previste dal Codice della Strada, controllando circa 50 persone, oltre 30 autovetture, ed elevando più di 10 contravvenzioni, sia per mancato uso della cintura di sicurezza che per l’utilizzo del telefono cellulare alla guida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana nel forno e cocaina gettata nel water: perquisizioni a tappeto a Zapponeta e i cittadini ringraziano i carabinieri

FoggiaToday è in caricamento