Dpcm Conte, nella Puglia 'arancione' vietati gli spostamenti da un comune all'altro. Bar e ristoranti chiusi 7 giorni su 7

Il Dpcm di Giuseppe Conte entrerà in vigore il 6 novembre 2020. La Regione Puglia, insieme alla Sicilia, classificata ad elevato rischio nella fascia arancione.

Il premier Conte divide l'Italia in tre: area gialla, arancione e rossa. Con la Sicilia, la Puglia diventa zona 'Arancione' con un livello di rischio alto. Per questo motivo dalla mezzanotte di venerdì 6 novembre nella nostra regione saranno vietati gli spostamenti in entrata e in uscita salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate eseigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.

Nel Dpcm si raccomanda di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all'interno del proprio Comune.

Sono vietati anche gli spostamenti nei comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione. Anche in questo caso salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazione di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.

Nei comuni della Puglia è vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.

Sono altresì sospese le attività dei servizi di ristorazione - bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie - ad esclusione delle mense e del catering continuative su base contrattuale a condizione che vengano rispettati i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio. Sette giorni su sette. 

Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto e fino alle 22 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni

Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

In tutta Italia chiusi i centri commerciali il sabato e la domenica, ad eccezione delle attività essenziali presenti all'interno quali farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Chiudono musei e mostre. Attivata la didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso dei laboratori. 

Per le scuole dell'infanzia, scuole elementari e scuole medie, torna la didattica in presenza con uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina.

Chiuse le università salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta per tutta la giornata o in determinate fasce orarie la chiusura al pubblico, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private. 

E' consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti; 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento