Cronaca

Il capoluogo dauno ha un nuovo pasticcere: è il 23enne Donato Soldani

Donato si è diplomato presso l’ALMA insieme ad altri 31 colleghi. A fare loro da mentori gli chef Matteo Berti e Antonio Ranieri

Da oggi Foggia ha un nuovo pasticcere professionista: è Donato Soldani di 23 anni, neo diplomato all’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana del Rettore Gualtiero Marchesi. Donato ha affrontato un percorso di studio durato sette mesi, tra fase residenziale a Colorno nel Parmense e di stage presso la Pasticceria “Alter Gusto” di Ceglie Messapica in provincia di Brindisi sotto la guida del Maestro Giovanni Bellanova.

Il giovane foggiano fa parte dei 32 che hanno partecipato, e con ottimi risultati, alla dodicesima edizione  del Corso Superiore di Pasticceria. A fare loro da mentori gli chef Matteo Berti e Antonio Ranieri.

Intervenendo alla cerimonia di consegna dei diplomi, il direttore didattico di ALMA, Luciano Tona, ha sottolineato l’eccezionalità del corso, che già nel nome esprime un’idea di estrema professionalità. «Nel dare le direttive per lo sviluppo di questa edizione del Corso, partito nel 2007 - ha spiegato lo chef Tona - ho voluto sperimentare una nuova formula di stage. In precedenza avevamo rinnovato la formula dell’esame finale, rendendolo ancora più impegnativo. La scelta del rigore è stata premiante in termini di risultati, nel senso che questo Corso è stato in assoluto tra i migliori per la qualità degli studenti diplomati. Per questa ragione e con l’obiettivo di preparare professionisti pronti ad affrontare il mercato del lavoro, in futuro pensiamo di diventare ancora più esigenti».

Andrea Sinigaglia, direttore operativo di ALMA, ha sottolineato come per i neo-diplomati il Corso Superiore di Pasticceria abbia rappresentato una grande opportunità. «Avete avuto la fortuna di lavorare fianco a fianco con maestri pasticceri come Matteo Berti e Antonio Ranieri - ha spiegato Sinigaglia. Uscite da ALMA portando con voi non soltanto un solido bagaglio di competenze e conoscenze ma anche e soprattutto la consapevolezza dei vostri limiti: dovete considerare l’esperienza della Scuola come un punto di partenza. Mantenetevi umili, continuate ad essere curiosi e siate aperti ai consigli degli altri, a cominciare da quelli dei vostri docenti in ALMA, che sarà per sempre anche casa vostra».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il capoluogo dauno ha un nuovo pasticcere: è il 23enne Donato Soldani

FoggiaToday è in caricamento