rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Vieste

Lotta alla mafia, sul Gargano arriva don Aniello Manganiello: “Vieste oggi è il simbolo del riscatto”

Il prete anticamorra sale in cattedra in occasione delle iniziative per la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Si parlerà del ruolo delle agenzie educative nella lotta alla mafia

In occasione delle celebrazioni per la ricorrenza della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, sul Gargano arriva il prete anticamorra don Aniello Manganiello.

La Lega nazionale del Cane d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Vieste, assessorato alla Cultura, e in collaborazione con l'Associazione Fai-Antiracket Vieste, gli istituti Mattei e Fazzini, l'istituto comprensivo 'Rodari-Alighieri-Spalatro' e l'associazione Link-Italia, ha organizzato una conferenza dal tema ‘Il ruolo delle agenzie educative - famiglia, scuola, associazioni, chiesa - nella lotta alla mafia’, in programma mercoledì 23 marzo, alle 16,30, nel Cine Teatro Adriatico. 

A salire in cattedra sarà proprio il presidente e fondatore dell’associazione antimafia nazionale ‘Ultimi’, nata a Scampìa per infondere soprattutto nei giovanissimi i principi di giustizia, legalità e lotta al malaffare di qualunque provenienza, radicata anche sul Gargano con un presidio a Manfredonia. L'obiettivo dell'iniziativa è fornire strumenti efficaci alla popolazione affinché possa essere di supporto alle istituzioni nella lotta alla mafia.

“Vieste oggi è il simbolo del riscatto grazie alle numerose iniziative che la nostra amministrazioni ha intrapreso negli ultimi anni per ristabilire la legalità. Siamo orgogliosi - ha dichiarato l’assessora alla Cultura e Pubblica Istruzione, Graziamaria Starace - che il tutto sia partito dalla scuola. Oggi la scuola di Vieste è un punto di riferimento per la Capitanata per le molteplici iniziative e i vari progetti volti a debellare tutte le forme illegali. E in questo è fondamentale l’impegno dell’amministrazione comunale e della società civile. Sono convinta che questo territorio saprà fare passi sempre più importanti. E che il modello Vieste possa essere esteso anche agli altri centri della provincia”.   

Il programma dell’evento, dopo i saluti delle autorità, prevede un’introduzione a cura della moderatrice, Francesca Toto, gli interventi di Nicola Rosiello, presidente dell’Associazione Fai Antiracket Vieste, e di Francesca Sorcinelli, presidente Link Italia sull’importanza della formazione dei docenti. Chiuderà la testimonianza di don Aniello Manganiello sull’importanza di azioni sinergiche tra istituzioni ed agenzie educative per la lotta alla mafia.

“Le agenzie educative - afferma la presidente della Lndc Vieste, Nicoletta Pagano - se lavorano in sinergia con le istituzioni possono fare un ottimo lavoro di prevenzione, soprattutto con i giovani. L'educazione alla legalità deve iniziare dal rispetto delle piccole regole, ed è su questo che bisogna lavorare se vogliamo avere una società migliore”.

Locandina -2-18

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla mafia, sul Gargano arriva don Aniello Manganiello: “Vieste oggi è il simbolo del riscatto”

FoggiaToday è in caricamento