Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

Domenico Morsillo ha bisogno di cure. Da tre anni è costretto sulla sedia a rotelle a causa di una malattia neurologica di cui non si conosce ancora il nome. L'appello della moglie disperata: parte la raccolta fondi per il viaggio in America

Quando scriviamo la raccolta fondi lanciata dalla signora Marianna è sotto la soglia dei 3mila euro. Ma le donazioni su Facebook hanno preso a camminare. La soglia fissata è di 50mila euro. Il marito di Marianna, Domenico Morsillo, ha compiuto 37 anni pochi giorni fa. Ha due figli, Wanda e Myrko, di tre e due anni e mezzo, che non lo vedono da giugno. Da tre anni i due coniugi di San Severo sono alla disperata ricerca di una diagnosi alla malattia neurologica che ha colpito Domenico e che “ancor oggi non ha un nome e quindi non ha una cura e non ci permette più di vivere – scrive Marianna-. La malattia provoca micro sanguinamenti nel sistema nervoso centrale che pian piano hanno causano sempre più danni neurologici”.

Tutto è iniziato nel 2016.”E’ stato in ospedale tanti mesi durante i quali ha subito diversi interventi ed è stato in fin di vita, tanto che ci siamo disperatamente sposati in ospedale. Fortunatamente Domenico riuscì a superare tutto, pensavamo di aver scampato il peggio, invece dopo un anno, quando le cose sembravano andare meglio, ecco ricomparire la malattia che lo ha portato sulla sedia a rotelle”. “Ricominciano così gli infiniti ricoveri, gli studi, un vero e proprio calvario tra Rozzano, Roma e specialisti vari. Ma ad oggi nessuna risposta” si sfoga Marianna.

“Nell’ultimo mese la situazione si è ulteriormente aggravata e qui in Italia i medici non proseguono con le ricerche, tanto che ci hanno mandato in una struttura hospice perché è stato necessario praticargli la tracheostomia ed è bloccato anche nella parte superiore ed alimentato tramite sondino. Domenico è vigile e cosciente, ma tanto debilitato”.

Continua Marianna: “La speranza per Domenico potrebbe venire dall’Arizona, negli Stati Uniti, presso Mayo Clinic - Phoenix dove possono fare ulteriori ricerche, ma abbiamo bisogno del vostro aiuto, abbiamo esaurito tutte le risorse possibili ed io non posso lavorare perché devo essere continuamente con lui”.

Quindi l’appello: “Dobbiamo fare in fretta, perché la malattia progredisce e potrebbe essere fatale se non viene scoperta la sua causa e quindi bloccata con una cura. Chiediamo a Voi tutti un apporto, ognuno con i mezzi di cui può disporre, anche un piccolo gesto sarà apprezzato ed è fondamentale per riaccendere la speranza e dare a Domenico la possibilità di salvarsi. Chiediamo anche ai dottori che leggono di non esitare ad indirizzarci e contattarci se hanno avuto a che fare o sono a conoscenza di casi simili”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Iban per aiutare Domenico è IT24V0303278630010000003910, intestato a Marianna Navazio. Tutte le info sulla pagina Facebook “Salviamo Domenico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento