rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Appostamenti, pedinamenti, offese e minacce all'ex: vittima e familiari costretti a cambiare le abitudini di vita

Divieto di avvicinamento per un 31enne di Foggia alle persone offese e l'invito ad astenersi dal comunicare con le vittime, con qualsiasi mezzo

Ieri gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia (sezione reati contro la persona e minori), hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti di M.D. classe 1987.

Il 31enne, spinto da un'ossessione morbosa e disprezzo morale nei confronti della sua ex convivente e dei sui genitori, assumeva un comportamento persecutorio reiterato nel tempo, così da costringere - con minacce e molestie, il nucleo familiare a mutare le proprie abitudini di vita, avendo ingenerato nelle vittime uno stato d'ansia e paura.

In particolare, l’uomo li perseguitava con continui appostamenti e pedinamenti, anche di notte, con offese e minacce telefoniche. Il giudice del Tribunale Ordinario di Foggia applicava pertanto il divieto di avvicinamento alle persone offese e quello di astenersi dal comunicare con le vittime, con qualsiasi mezzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appostamenti, pedinamenti, offese e minacce all'ex: vittima e familiari costretti a cambiare le abitudini di vita

FoggiaToday è in caricamento