menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Appostamenti, pedinamenti, offese e minacce all'ex: vittima e familiari costretti a cambiare le abitudini di vita

Divieto di avvicinamento per un 31enne di Foggia alle persone offese e l'invito ad astenersi dal comunicare con le vittime, con qualsiasi mezzo

Ieri gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia (sezione reati contro la persona e minori), hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti di M.D. classe 1987.

Il 31enne, spinto da un'ossessione morbosa e disprezzo morale nei confronti della sua ex convivente e dei sui genitori, assumeva un comportamento persecutorio reiterato nel tempo, così da costringere - con minacce e molestie, il nucleo familiare a mutare le proprie abitudini di vita, avendo ingenerato nelle vittime uno stato d'ansia e paura.

In particolare, l’uomo li perseguitava con continui appostamenti e pedinamenti, anche di notte, con offese e minacce telefoniche. Il giudice del Tribunale Ordinario di Foggia applicava pertanto il divieto di avvicinamento alle persone offese e quello di astenersi dal comunicare con le vittime, con qualsiasi mezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento