Marina di Lesina, dissesto idrogeologico: Amati commissario straordinario

L'assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile è il nuovo Commissario delegato per il superamento della situazione di emergenza connessa al dissesto idrogeologico in atto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L'assessore Amati subentra nella funzione al Prefetto di Foggia e per l'espletamento dell'incarico potrà avvalersi di uno o più soggetti attuatori, cui affidare determinati settori d'intervento, degli uffici tecnici della Regione Puglia e dell'Autorità di Bacino della Puglia, nonché delle amministrazioni periferiche dello Stato e degli enti pubblici territoriali e non territoriali, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Il Commissario ed i soggetti attuatori espleteranno l'incarico a titolo gratuito.

"Ringrazio il Presidente del Consiglio per la fiducia accordatami - ha detto Fabiano Amati - e il Prefetto di Foggia e i funzionari di prefettura che sino a questo momento si sono occupati con passione e abnegazione della questione, pur nella oggettiva difficoltà di governare un fenomeno importante ed imponente, che preoccupa giustamente la comunità di Lesina e i proprietari degli immobili interessati. La scelta di conferire alla Regione Puglia la responsabilità sulla questione - ha continuato Amati - attiene alla necessità di uniformare sotto un'unica responsabilità i poteri straordinari con le strutture tecniche di supporto, con evidente semplificazione delle procedure e risparmio di risorse economiche. Devo dire - ha ribadito - che mi risulta una gestione prefettizia ordinata e meticolosa, che da sé mi fornisce maggiore serenità nell'affrontare una prova tecnicamente ed amministrativamente difficile, nella prospettiva del salvataggio dell'intera area dai continui fenomeni di sprofondamento, e sul presupposto della tutela della vita umana che si connota sul principio di massima prevenzione e cautela.

Ringrazio il Segretario generale dell'Autorità di Bacino della Puglia Prof. Antonio Di Santo, con la relativa struttura, e i tecnici del Servizio regionale di difesa del suolo: nonostante la gravità dell'emergenza hanno accettato di buon grado la nuova prova. Farò affidamento sulla collaborazione dell'Amministrazione comunale di Lesina, peraltro mai revocata negli anni scorsi, e sui suggerimenti di diversi colleghi Consiglieri regionali, che sull'argomento, e giustamente, non hanno mai mollato in termini di interesse e sollecitazione.

Tra le prime iniziative che intendo assumere - ha concluso il neo Commissario - c'è la conclusione del procedimento di verifica sulla staticità degli immobili e la richiesta al Governo nazionale di dotare la struttura commissariale delle risorse per realizzare gli studi e la progettazione sugli interventi utili; è questo un presupposto indispensabile per poter utilizzare le risorse economiche frutto delle economie che si riscontreranno per la realizzazione del piano di mitigazione del dissesto idrogeologico, frutto del recente accordo frane e versanti sottoscritto con lo stesso Governo nazionale, fino alla concorrenza di 30 milioni di euro."

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento