Rifiuti abbandonati in via Balestrucci (con presenza di amianto). Legambiente e Arci 'Schinaia' presentano un esposto

All'interno dell'area è stato possibile verificare la presenza di rifiuti solidi urbani, inerti delle operazioni di costruzione e demolizione, rottami di ferro, apparecchiature elettriche ed elettroniche, legno, rifiuti plastici, rifiuti ingombranti ma anche amianto in quantità abbastanza pericolosa

Un'area di circa 2-3 ettari trasformata in discarica a cielo aperto. Arriva l'esposto inviato al comandante della Polizia Municipale, Arpa, Comando dei Carabinieri e alla Forestale, a firma di Giuseppe Maccione - presidente dell'associazione Legambiente circolo Gaia - e Leonardo Soldo - Presidente dell'Arci 'Maria Schinaia' -. 

Con l'esposto intendono segnalare agli organi succitati l'individuazione di una zona "utilizzata probabilmente in maniera illecita come discarica di rifiuti abbandonati in via Balestrucci, in vicinanza della SS 565 nel Comune di Foggia. 

Al suo interno è stato possibile verificare la presenza di rifiuti solidi urbani, inerti delle operazioni di costruzione e demolizione, rottami di ferro, apparecchiature elettriche ed elettroniche, legno, rifiuti plastici, rifiuti ingombranti ma anche amianto in quantità abbastanza pericolosa.

Le associazioni vogliono evidenziare inoltre le probabili ripercussioni sulla salute pubblica dovuta alla presenza di agenti tossici quali l'amianto".

Per questo i presidenti delle due associazioni chiedono alla Procura che accertano e valutino nei fatti, l'eventuale presenza di atti e comportamenti rilevanti dal punto di vista penale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento