Orrore a Deliceto, i cinquestelle vogliono vederci chiaro. Interrogazione al Ministro: "Valutare ritiro autorizzazioni"

Oggi in Senato è stata depositata un'interrogazione a risposta scritta al Ministro dell'Ambiente sul sito per il trattamento dei rifiuti di Deliceto dopo le inchieste di Striscia la Notizia

Il portavoce del M5s in Senato Marco Pellegrini, unitamente agli altri parlamentari eletti in provincia di Foggia - Naturale, Faro, Giuliano, Lovecchio, Menga -  e alla consigliera Barone, dichiarano: "Oggi in Senato è stata depositata da senatori del M5S un'interrogazione a risposta scritta al Ministro dell'Ambiente sulla nota vicenda che riguarda il sito per il trattamento dei rifiuti urbani (TMB) di Deliceto, portata a conoscenza dell'opinione pubblica dalla trasmissione televisiva Striscia la Notizia, nella quale si ipotizza lo sversamento abusivo di percolato. I portavoce foggiani del M5S chiedono al ministro Costa di adoperarsi affinché vengano appurati, attraverso le autorità competenti, giudiziarie e sanitarie, eventuali illeciti compiuti ai danni dell'ambiente, e se vi sia stato un effettivo corrompimento delle acque. Inoltre, chiedono al Ministro, di attivarsi affinché la Regione Puglia possa valutare con maggiore attenzione e scrupolo eventuali e future nuove autorizzazioni per la discarica di Deliceto, anche ritirando le autorizzazioni in essere all'azienda in oggetto, nel caso venga appurato un'eventuale illecito ai danni dell'ambiente e dei cittadini.»

«La situazione evidenziata dall'inchiesta giornalistica appare molto grave - afferma il primo firmatario dell'interrogazione, sen. Marco Pellegrini - e, pertanto, confidiamo in un rapido intervento degli organi preposti per scongiurare eventuali pericoli per la salute dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento