Cronaca Immacolata / Piazza Padre Pio da Pietralcina

Piazza Padre Pio, Zammarano diffida il Comune: "Hai 15 giorni di tempo"

Questa mattina l'avv. Raul Donato Pellegrini ha protocollato la diffida al Comune di Foggia. Zammarano potrebbe chiedere la rescissione del contratto e l'eventuale richiesta di risarcimento danni

Mentre prende piede l’ipotesi che il contratto di locazione dell'immobile di piazza Padre Pio sottoscritto tra il Comune di Foggia e la CO.IM. Srl di Lello Zammarano lo scorso 3 febbraio, possa essere nullo per “carenze procedimentali”, questa mattina il legale dell’imprenditore edile, l’avv. Raul Donato Pellegrini, ha protocollato una diffida a Palazzo di Città con la quale si concedono al Comune di Foggia 15 giorni di tempo per adempiere all obbligazioni relative ad un’accelerazione dell’iter tecnico.

Ecco il testo della diffida: "La CO.IM. conferma il perdurante e grave inadempimento delle obbligazioni assunte con il contratto di locazione per uso uffici giudiziari e archivi al servizio del Tribunale di Foggia stipulato il 3 febbraio 2014. Nonostante la CO.IM. sia perfettamente adempiente ai suoi doveri contrattuali, e nonostante vi abbia già invitato formalmente, con nota protocollata a mano il 16 aprile 2014, a comunicare le indicazioni definitive sulle ripartizioni interne e sulle destinazioni d’uso dei vari locali oggetto del richiamato contratto, ad oggi non avete ancora provveduto a tanto. Né sono sono giunte comunicazioni sull’iter del procedimento amministrativo fin qui seguito e sulle problematiche di tale ritardi".

ECCO PERCHE' IL CONTRATTO POTREBBE ESSER NULLO

Qualora da Palazzo di Città non dovesse giungere alcuna risposta entro il tempo indicato, Zammarano potrebbe chiedere la rescissione del contratto e l’eventuale richiesta di risarcimento danni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Padre Pio, Zammarano diffida il Comune: "Hai 15 giorni di tempo"

FoggiaToday è in caricamento