rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Il sindaco diffida l’Amica a “rimuovere entro 48 ore i rifiuti in città”

La situazione di grave disagio è stata infatti segnalata al Comune anche dalla Prefettura, con una nota del 10 febbraio. Servizio da svolgere "avvalendosi anche del personale di Daunia Ambiente S.p.A."

Dopo l’apertura dell’inchiesta sui ritardi del servizio di raccolta dei rifiuti da parte della Procura della Repubblica di Foggia, questa mattina è arrivata la diffida formale all’AMICA S.p.A da parte del sindaco Gianni Mongelli a “rimuovere entro 48 ore i rifiuti accumulatisi in città”, servizio da svolgere “avvalendosi anche del personale di Daunia Ambiente S.p.A.”.

Ma a motivare l’intervento del primo cittadino sembra sia stata la constatazione che “si registra, ormai da tempo, un notevole accumulo di sacchetti dei rifiuti in prossimità dei cassonetti lungo le strade e i marciapiedi, accatastati anche a pochi metri dalle abitazioni”.

Giacenza che rischia di provocare conseguenze sul piano sanitario e dell’igiene pubblica che vanno  assolutamente scongiurate. La “situazione di grave disagio” è stata infatti segnalata al Comune anche dalla Prefettura, con una nota del 10 febbraio.

Tutto ciò, a parere del sindaco, motiva “l’adozione di misure urgenti e straordinarie di raccolta” da parte di AMICA S.p.A..

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco diffida l’Amica a “rimuovere entro 48 ore i rifiuti in città”

FoggiaToday è in caricamento