rotate-mobile
Cronaca

Violenta aggressione in ospedale. Detenuto aggredisce 7 operatori sanitari: scatta il panico a Medici interna ospedaliera

E' accaduto nella serata di ieri, nell'area di Medicina interna ospedaliera. Ad avere la peggio, due medici, tre infermieri e due oss in servizio in quel reparto. Avviata dall'azienda un Audit interno per ricostruire l'accaduto

Violenta aggressione, ieri sera, in danno di sette - tra medici, infermieri e operatori sanitari  - del Policlinico Riuniti di Foggia.

Il fatto è successo nella serata di ieri: intorno alle 20, un detenuto del carcere di Foggia, ricoverato nel reparto di Medicina interna ospedaliera  per accertamenti, ha aggredito alcuni sanitari - due medici, tre infermieri e due oss - scatenando il panico tra i corridoi del reparto. Sul posto, polizia penitenziaria e polizia di Stato.         

"Il Policlinico - fanno sapere dal 'Riuniti' - ha messo in atto tutta una serie di attività per ricostruire gli eventi e sta predisponendo tutti gli atti per l’organizzazione di un Audit interno per valutare le azioni che hanno portato a quanto è accaduto". Solidarietà e vicinanza, da parte della direzione strategica  ai sanitari coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta aggressione in ospedale. Detenuto aggredisce 7 operatori sanitari: scatta il panico a Medici interna ospedaliera

FoggiaToday è in caricamento