menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Positivo al Covid-19, viola la quarantena per svolgere "faccende personali": denunciato 67enne a Foggia

L'uomo è incappato nei controlli del territorio della guardia di finanza. Per la violazione della sorveglianza sanitaria, rischia l’arresto fino a 18 mesi ed una sanzione fino a 5.000 euro

Positivo al Covid-19 e sottoposto a quarantena, viola la sorveglianza sanitaria e va a spasso per la città per svolgere alcune faccende private. E' accaduto a Foggia, dove l'uomo, 67enne del posto, è incappato nei controlli della guardia di finanza.

Per le fiamme gialle, infatti, prosegue senza sosta il controllo del territorio volto a reprimere i traffici illeciti e i comportamenti in violazione delle norme in materia di Covid-19. Dal periodo delle festività natalizie ad oggi, sono state più di 1.500 le persone controllate, 30 quelle sanzionate.

In tale contesto operativo, nei giorni scorsi, i baschi verdi della pronto impiego della guardia di finanza di Foggia, durante uno dei numerosi controlli in città volti a far rispettare le norme anti-contagio, hanno scoperto alla guida della sua autovettura un foggiano di 67 anni che, nonostante fosse stato sottoposto alla misura della quarantena perché positivo al virus Covid-19, aveva violato la sorveglianza per svolgere alcune faccende private.

Dopo aver identificato il soggetto ed essersi assicurati del suo immediato rientro a casa, i finanzieri lo hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia per non aver osservato “un ordine legalmente dato per impedire l’invasione o la diffusione di una malattia infettiva dell’uomo”. L’uomo rischia l’arresto fino a 18 mesi ed una sanzione fino a 5.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento