Con lo 'spadino' tra le auto dei bagnanti: scoperti due baresi in trasferta a Marina di Chieuti

Sono stati sorpresi in possesso di uno 'spadino', cioè un manico metallico utile all’apertura degli sportelli delle autovetture. I due sono stati allontanati dal comune di Chieuti con foglio di via e divieto di ritorno

Lo spadino sequestrato

Sorpresi dai carabinieri mentre si aggiravano con uno ‘spadino’ tra le auto dei bagnanti. Denunciati e allontanati con foglio di via due giovani di Bari.

E’ accaduto a Marina di Chieuti, località marittima dove, insieme alle altre del territorio, sono stati sensibilmente intensificati i controlli dei carabinieri nei pressi dei lidi balneari per contrastare il fenomeno dei furti di e su autovettura nei parcheggi. Nel dettaglio, i militari della Stazione di Serracapriola, nel corso di un servizio appositamente finalizzato al contrasto del fenomeno dei furti, hanno denunciato a piede libero per possesso ingiustificato di grimaldelli due pregiudicati baresi, sorpresi ad aggirarsi con fare sospetto tra le autovetture parcheggiate nei pressi dei lidi balneari.

Insospettiti dai due, i carabinieri di pattuglia li hanno fermati e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, trovandoli in possesso di quello che nel gergo dei ladri di auto viene chiamato ‘spadino’, e cioè un manico metallico, opportunamente piegato, le cui estremità ricurve sono utili all’apertura degli sportelli delle autovetture. Lo strumento è stato sequestrato. Al termine degli accertamenti i due sono stati allontanati dal comune di Chieuti con foglio di via e divieto di ritorno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Terribile incidente: morti imprenditore e il nipote 15enne, dimesso autista di Cerignola ma una ragazza è gravissima

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Arriva la tempesta di grandine, vento e fulmini: è allerta 'arancione' sul Gargano e Basso Fortore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento