Cronaca Ospedale - Parco San Felice / Via Nadi Nedo

LETTORI | Tentata truffa in via Nadi: "Così hanno provato a raggirare mia madre"

A denunciare l'accaduto il figlio della vittima, una donna di 70 anni, per mettere in guardia quanta più gente possibile. "Le hanno chiesto 2500 euro, spacciandosi al telefono per me"

Foggia, chiede soldi per pc: sventata truffa ad anziano

Ancora un tentativo di truffa ai danni di una anziana donna. Ancora una volta a Foggia, in strada, alla luce del sole.

Questa svolta la segnalazione arriva direttamente da un lettore di FoggiaToday che racconta quanto accaduto questa mattina alla madre 70enne, nel tentativo di mettere in guardia quante più persone possibile. E il suo racconto - che domani verrà denunciato e formalizzato dinanzi alle autorità competenti - è gravato dal fardello di rabbia e frustrazione che un figlio può provare dinanzi ad un tale raggiro ordito ai danni della madre.

Stando a quanto spiegato dall’uomo, questa mattina la donna – una foggiana di 70 anni – è stata fermata da due uomini che si sono spacciati per amici del figlio. Il fatto è accaduto dinanzi alla parrocchia dello Spirito Santo, tra via Nedo Nadi e via Patierno. I due, che erano a bordo di un'auto, le hanno chiesto 2500, a fronte dell’acquisto di un sistema satellitare sostenuto per conto del figlio.

Per convincere la donna a procurargli il denaro richiesto, le hanno anche passato una falsa telefonata al cellulare nella quale, all’altro capo, vi era un terzo uomo che fingeva di essere il figlio. La donna, sin da subito insospettita, ha avanzato dubbi e perplessità sull’intera vicenda. Soprattutto era convinta che la voce all’altro capo del telefono non fosse quella del figlio. Dinanzi alle resistenze della donna, per i due truffatori non è rimasta altra alternativa che desistere e fuggire a mani vuote. Purtroppo non si tratta di un caso isolato.

Solo poche settimane fa, un tentativo di truffa molto simile stava per consumarsi in viale Giotto, dove un ottantenne foggiano era stato raggiunto da un uomo distinto che si spacciava per un amico-collega del figlio. Quest’ultimo sosteneva di vantare un credito nei confronti del figlio per 1900 euro, somma anticipata per l’acquisto di un computer necessario per portare avanti alcuni progetti di lavoro. Anche in questo caso la truffa non è stata consumata.

Potrebbe interessarti:https://www.foggiatoday.it/cronaca/tentata-truffa-anziano-viale-giotto-foggia.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/FoggiaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI | Tentata truffa in via Nadi: "Così hanno provato a raggirare mia madre"

FoggiaToday è in caricamento