menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cerignola, commissariato di polizia

Cerignola, commissariato di polizia

Rapinatori armati di coltello messi in fuga da un uomo con la scopa

E' accaduto a Cerignola, dove due giovanissimi avevano tentato una rapina ai danni di un deposito di acque minerali, in via Sicilia. Denunciato un 18enne incensurato. Si cerca il suo complice

Rapinatori armati di coltello messi in fuga dal titolare di una attività commerciale “armato” di vecchia scopa. E’ quanto accaduto il pomeriggio dello scorso 30 aprile, a Cerignola, dove gli agenti del locale commissariato avevano registrato un tentativo di rapina ai danni di un deposito di acque minerali, in via Sicilia, ad opera di due giovani, armati e con il volto coperto.

I due erano stati allontanati dallo stesso proprietario che, colpendo loro con una scopa, era riuscito a disarmarli. Contro i due, si era scagliato anche il figlio del titolare ma, nonostante una breve colluttazione, non era riuscito a bloccare i rapinatori. Inutile anche l’inseguimento posto in essere da un militare della guardia di finanza libero dal servizio, al quale veniva indicato l’ultimo dei due fuggitivi

Le indagini degli agenti del commissariato di polizia, diretto dal vice questore aggiunto Loreta Colasuonno, hanno permesso di identificare il giovane rapinatore che si era sottratto alla cattura da parte del militare. Si tratta di un 18enne incensurato, nullafacente.

Sequestrati, nel corso della perquisizione effettuata nella sua abitazione, anche gli indumenti indossati al momento della rapina: una maglia grigia con cerniera, un paio di scarpe di pelle di colore grigio, un paio di occhiali da vista ed una cintura bianca e marrone.

Il giovane, che presentava una ferita al piede procurata impattando contro una vetrata infranta durante la fuga e medicata al pronto soccorso dell’Ospedale di Canosa, è stato denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per tentata rapina aggravata in concorso, mentre sono in corso indagini per l’identificazione del complice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento