Cronaca San Giovanni Rotondo

Scoperto allaccio abusivo alla rete idrica, imprenditore agricolo denunciato dal Consorzio: "Tolleranza zero"

L'iniziativa del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano a San Giovanni Rotondo. Terrenzio: "Interventi impropri possono mettere a repentaglio la disponibilità delle risorse idriche per l’intera comunità"

L'intervento dei carabinieri

Il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano ha sporto denuncia nei confronti di un proprio consorziato che ha realizzato un allacciamento abusivo alla rete degli Acquedotti Rurali in agro di San Giovanni Rotondo, località Costarelle.

L’imprenditore agricolo denunciato, pur in possesso di una regolare utenza, ha infatti realizzato un raccordo a monte del contatore idrico attingendo per lungo tempo importanti quantità di acqua potabile, peraltro utilizzate a fini diversi, che quindi non venivano in alcun modo conteggiate.

“La scoperta a cura dei tecnici del Consorzio e la successiva denuncia al Comando dei carabinieri costituisce un atto sentito e dovuto per varie ragioni”, ha dichiarato il presidente del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Eligio Giovan Battista Terrenzio.

Occorre infatti stroncare sul nascere ogni possibile iniziativa fraudolenta a tutela di tutti i consorziati onesti, ma anche a salvaguardia della sicurezza e del corretto funzionamento degli impianti”, ha aggiunto Terrenzio, “che interventi impropri possono danneggiare mettendo a repentaglio la disponibilità delle preziose risorse idriche per l’intera comunità interessata”.

“L’iter giudiziario facente seguito alla denuncia farà il suo corso, ma nel frattempo continuerà la nostra azione di vigilanza e controllo, perché in situazioni come queste – ha concluso il presidente – occorre avere la massima intransigenza per ribadire la necessità di comportamenti virtuosi e responsabili nella gestione e nell’utilizzo della cosa comune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto allaccio abusivo alla rete idrica, imprenditore agricolo denunciato dal Consorzio: "Tolleranza zero"

FoggiaToday è in caricamento