rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Severo

Scoperto 'cimitero' di elettrodomestici, drone riprende lo smaltimento di rifiuti nel torrente: scattano denunce e sequestri

Le operazioni, messe a segno dalla polizia locale di San Severo, sono state portate a termine con il coordinamento della Procura di Foggia. Nel complesso, quattro persone sono state denunciate

Polizia ambientale, a segno tre importanti operazioni nell’agro di San Severo. La polizia locale ha infatti sequestrato un capannone con piazzale adibito a discarica di elettrodomestici (Raee) cannibalizzati, tre veicoli sequestrati per trasporto e abbandono rifiuti e denunciato, nel complesso, quattro persone accusate della gestione illecita di rifiuti.

Le operazioni sono state portate a termine con il coordinamento della Procura di Foggia. In particolare, nella giornata id ieri, 11 febbraio, è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip del Tribunale di Foggia, di un capannone di circa 800 mq con annesso piazzale adibito ad attività di raccolta e smaltimento illecito di elettrodomestici Raee senza autorizzazione (nella foto in basso). Sono stati sottoposti a sequestro preventivo anche i due veicoli che venivano utilizzati per le attività illecite e il trasporto dei Raee.

cimitero elettrodomestici san severo-2

La persona sottoposta alle indagini, è stato appurato, effettuava, senza autorizzazione, attività di recupero, trasporto e illecito smaltimento di rifiuti speciali. Gli stessi rifiuti, illecitamente raccolti, venivano depositati, cannibalizzati nell’area sequestrata ed erano destinati al recupero della componentistica riutilizzabile da cedere in compravendita. A carico della persona indagata sono stati accertati anche smaltimenti illeciti consistenti in abbandoni incontrollati di rifiuti/materiali Raee nell’agro di San Severo.

Altre attività di indagine sono state condotte dalla polizia locale di San Severo mediante l’utilizzo di un drone quadricottero in dotazione. L’aeromobile in dotazione al Comando di polizia locale ha permesso di individuare per ben cinque volte ‘in presa diretta’ l’illecito conferimento di un rilevante quantitativo di cassette per ortofrutta sull’alveo del torrente ‘Radicosa’ in Agro di San Severo in Contrada Carrobbe-Boschetto.

Il soggetto, responsabile dell’abbandono dei rifiuti, è stato denunciato in quanto, con più azioni esecutive, per mezzo del veicolo sottoposto a sequestro preventivo, effettuava senza la prescritta autorizzazione attività di raccolta, trasporto e smaltimento illecito di rifiuti speciali. Nella circostanza, caricava cassette in legno e in plastica a bordo del veicolo utilizzato e le scaricava illegalmente sull’alveo del torrente.

Una ulteriore attività di polizia edilizia-ambientale ha permesso di sottoporre a sequestro penale un terreno privato sul quale erano depositati materiali tipo inerti edili destinati alla realizzazione di uno stradone vicinale. Il materiale inerte rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale e due soggetti sono stati denunciati per attività di gestione illecita di rifiuti e abuso edilizio per la realizzazione di una strada vicinale utilizzando illegalmente i materiali edili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto 'cimitero' di elettrodomestici, drone riprende lo smaltimento di rifiuti nel torrente: scattano denunce e sequestri

FoggiaToday è in caricamento