Attività anti-bracconaggio, blitz dei Carabinieri Forestali nel Foggiano: denunciati due cacciatori

Intensificati i controlli per il contrasto alle attività venatorie irregolari. Ai denunciati, i militari hanno sequestrato anche i fucili e un richiamo elettronico

Immagine di repertorio

Controlli antibracconaggio nel Foggiano, scattano due denunce a Lucera

Nel quadro generale di intensificazione dei controlli per il contrasto alle attività venatorie irregolari, nella giornata di ieri, 11 settembre, i militari delle stazioni Carabinieri Forestale di Pietramontecorvino e Roseto Valfortore accertavano in località Masseria Piedimonte, nel territorio lucerino, due soggetti che esercitavano attività venatoria con mezzi non consentiti.

I soggetti sono stati denunciati all'autorità giudiziaria, mentre sono stati sottoposti a sequestro penale un richiamo elettronico e due fucili. L’attività rientra tra i servizi mirati del controllo dell’attività venatoria a tutela degli ambienti naturali della provincia di Foggia e per il contrasto al bracconaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento