menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Cani avvelenati da pesticidi in Zona Pip, a San Severo scattano le denunce

Il sindaco Francesco Miglio: "Va dato merito al lavoro degli agenti della polizia locale. Anche in questa occasione il sistema di videosorveglianza si è rivelato fondamentale per le indagini"

Sono stati individuati dagli agenti della Polizia Locale di San Severo, guidati dal comandante Ciro Sacco, gli autori dell’avvelenamento di quattro cani avvenuto lo scorso 3 marzo nella zona Pip. Due uomini, non residenti in città, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per aver depositato sulla sede stradale cibo avvelenato.

Gli esami tossicologici effettuati presso l’Istituto Zooprofilattico di Foggia hanno confermato infatti che il decesso dei cani è avvenuto a causa di avvelenamento iperacuto da pesticidi. La Polizia Locale, intervenuta sul posto per le attività di competenza, ha avviato le indagini finalizzate all’individuazione degli autori del fatto. L’attività di osservazione e controllo con l’assunzione di informazioni, unite all’analisi dei filmati di videosorveglianza, acquisiti durante l’attività di indagine, hanno permesso di individuare l’autoveicolo utilizzato e consentito di acquisire le caratteristiche tecniche degli accessori dello stesso veicolo, potendo, così, risalire alla proprietà.

Le informazioni acquisite dalle video immagini hanno consentito, altresì, di venire a conoscenza del percorso effettuato dall’auto interessata e contestualmente si è riusciti a discernere il momento in cui il mezzo ha effettuato la fermata per depositare la busta contenente il cibo avvelenato, attirando a sé i cani poi deceduti. Appena verificati gli elementi probatori e avendo accertata l’identità dei presunti autori del reato, dal momento che le indagini non sono concluse, gli stessi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria con l’ipotesi di reato per uccisione di animali.

Pertanto, l’intero fascicolo è sottoposto all’attenzione della Procura della Repubblica di Foggia per le attività di competenza. “Va dato merito al lavoro degli agenti della polizia locale - spiega il sindaco Francesco Miglio – che con questa indagine hanno consentito di individuare gli autori degli avvelenamenti. Anche in questa occasione il sistema di videosorveglianza si è rivelato fondamentale per le indagini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento