rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Centro - Stazione / Via Trieste, 46

Marciapiedi ricoperti di rifiuti, escrementi e roditori. L'aria è irrespirabile: "Ecco come siamo costretti a vivere"

La denuncia da via Trieste 46, a Foggia. I residenti sono esasperati; un professionista, che lavora nella zona, impugna carta e penna e denuncia lo stato dell’arte: "Le autorità si impegnino per porre rimedio a questo grave stato di degrado"

Via Trieste, a Foggia, è una discarica a cielo aperto. I residenti del quartiere ferrovia sono esasperati; un professionista, che lavora nella zona a ridosso del civico 46, impugna carta e penna e denuncia lo stato dell’arte, con tanto di immagini eloquenti.

“Il marciapiede, lurido per gli escrementi di colombi e di esseri umani ,non è sanificabile per la costante presenza di rifiuti anche dopo la cosiddetta ‘raccolta dei rifiuti’ effettuata dall'Amiu. La discarica (non è una isola ecologica) crea problemi igienico-sanitari molto rilevanti per la presenza di insetti (blatte, mosche...) e roditori. I miasmi provenienti dai rifiuti e dagli escrementi rendono l'aria irrespirabile”, denuncia.

“Inoltre, i rifiuti impediscono il transito sul marciapiede dei pedoni ed occupano anche gli scivoli per i disabili, per cui I portatori di handicap trasportati su carrozzine o i passeggini con i bambini sono costretti a transitare sul piano stradale mettendo a rischio l'incolumità personale. Tale situazione indegna per una città civile perdura da oltre un anno”, puntualizza il professionista. “Ma  a nulla sono valse le segnalazioni e gli esposti alle autorità competenti. Mi auguro - conclude - che la notizia diffusa tramite la vostra testata faccia riflettere le autorità competenti e induca le stesse a porre rimedio allo stato di degrado in cui siamo costretti a vivere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marciapiedi ricoperti di rifiuti, escrementi e roditori. L'aria è irrespirabile: "Ecco come siamo costretti a vivere"

FoggiaToday è in caricamento