rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

"Il degrado del comparto Biccari è allarmante"

Così Juri Galasso, segretario provinciale della Feneal-Uil sullo stato di salute di una delle aree della 167 di Foggia


"Il Comparto Biccari della 167 del capoluogo è uno dei simboli di una città - e di una classe dirigente - incapace di programmare il futuro". Così Juri Galasso, segretario provinciale della Feneal-Uil. "Agli "storici" ritardi in tema di urbanizzazioni, si aggiungono le puntuali segnalazioni di comitati e cittadini sulla cattiva gestione delle aree verdi, la mancanza dì illuminazione, il pessimo stato della viabilità, le scarse condizioni di sicurezza e tanto altro ancora", afferma Galasso.

"Ci chiediamo come sia possibile che un'area nata per essere un punto di riferimento per tutta la città stia andando invece alla deriva. E chiediamo al sindaco Franco Landella di rimboccarsi le maniche nell'interesse di tutta la città. Da tempo invochiamo un confronto sulle grandi questioni urbanistiche. Non si possono attribuire tutte le colpe a questa Amministrazione ma, al tempo stesso, non si può continuare ad andare avanti senza una bussola. Dobbiamo riprendere a discutere sul futuro di questa città e della sua provincia. Landella, perciò, batta un colpo", conclude Galasso.

                                                                                                   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il degrado del comparto Biccari è allarmante"

FoggiaToday è in caricamento