Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Degrado del cimitero, Nicola Russo:"In 18 mesi non è cambiato nulla"

Il vice presidente della 3^ Circoscrizione sud Camporeale, denuncia le condizioni pietose in cui versa il campo santo. Tra strade dissestate e automobili che circolano liberamente all'interno del cimitero

Il vice presidente della 3^ circoscrizione sud Camporeale Nicola Russo, a distanza di quasi 18 mesi denuncia ancora una volta lo stato di degrado in cui versa il cimitero di foggia. "E' una vergogna, nonostante l'appalto dato ad un privato di un bene della città, per il quale si presumeva una gestione privata migliore di quella comunale, rendersi conto che la situazione non è cambiata", è il commento di Russo.

Chi si reca al cimitero è costretto quotidianamente ad imbattersi in una serie di problematiche. "Le vie principali ed anche quelle interne al luogo santo versano in condizioni squallide. Autentiche voragini, non consentono ai pedoni di camminare, i quali per camminare devono spesso improvvisarsi slalomisti, radici degli alberi ormai al di sopra del manto stradale, ancor di più, però bisogna fare attenzione alle auto private che circolano all'interno, per non parlare dei nuovi ingressi della parte posteriore che nei giorni di pioggia sono completamente inagibili e impercorribili per il fango che pregiudica la circolazione", denuncia Russo.

Una serie di disservizi e di criticità che persistono nonostante l'aumento del costo dei loculi e dell'illuminazione delle singole lapidi. Il disappunto e il rammarico del vice presidente della 3^ Circoscrizione, è soprattutto verso gli organi preposti al controllo e alla cura del Campo Santo. "Mi dispiace raccontare ai miei figli la città che è stata e che forse non potrà più essere grazie a questa gente che si preoccupa solo dei propri interessi e non si preoccupa di dare ai nostri figli una città degna di essere chiamata tale", ha concluso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado del cimitero, Nicola Russo:"In 18 mesi non è cambiato nulla"

FoggiaToday è in caricamento