Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Zona 167 - Via Lucera / Viale Giuseppe La Torre

Tratturo Biccari, Abbattista: “Assenza di sicurezza e tutela ambientale”

Il coordinatore del Comitato di quartiere evidenzia lo stato di abbandono in cui versa lo sterrato e chiede la chiusura del tratturo. Abbattista auspica un pattugliamento costante della zona da parte delle forze dell'ordine

Un anno passa in fretta e certi problemi restano senza che nessuno batta ciglio. Stessa storia, stesso posto, stesso problema. Antonello Abbattista, coordinatore del Comitato di quartiere Comparto Biccari, ritorna a denunciare lo stato di abbandono in cui versa lo sterrato che percorre la zona 167, storico tratturo divenuto ormai discarica a cielo aperto.

Eppure, ricorda Abbattista,  “agli assessorati ci siamo rivolti in via ufficiale e formale per risolvere la questione di una strada dove i paradossi da risolvere sono molti e annosi”.

Il comitato di quartiere e il presidente della circoscrizione Nord Arpi-Croci, Tannoia, aggiunge Abbattista, “hanno anche proposto un piano di riqualificazione del Tratturo Biccari chiedendo, al Settore Urbanistica di Palazzo di Città, che sia adibito a percorso pedonale e ciclabile e che sia arricchito con l’installazione di arredi urbani e  valorizzato dal verde pubblico. In attesa di ciò, nonostante il Comitato abbia chiesto in un incontro formale più di un mese fa all’assessore ai Lavori pubblici Vinicio Di Gioia e al Vicesindaco Lucia Lambresa di adoperarsi affinché il tratturo venga chiuso al transito dei veicoli per impedire lo scempio dell’abbandono illegale di scarti edili, lo sterrato è ancora zona franca per coloro i quali, quotidianamente, lo hanno trasformato in una discarica".

Tratturo Biccari: discarica a cielo aperto

Su viale Giuseppe La Torre ci sono due segnali di divieto di transito che in pochissimi rispettano. “Prima di chiudere l’accesso, come abbiamo richiesto, andrebbe bonificata la zona dai laterizi con la speranza che i tempi notoriamente biblici impiegati in altre circostanze dell’assessorato all’Ambiente di Pasquale Russo possano, stavolta, ridursi a tempi minimi di efficienza. Non si può pensare di risolvere il problema discariche con la semplice installazione di cartelli di divieto, come recentemente sono spuntati al Comparto Biccari, senza ripulire le numerose aree insalubri (come quella del tratturello che collega via Guglielmo Calmo con il Tratturo Biccari) né è accettabile continuare a non reprimere in maniera efficace i comportamenti criminali dei numerosi incivili che vengono a scaricare ogni tipo di rifiuto, anche pericolosi come l’amianto, nel quartiere”, evidenzia Abbattista

Non sono soltanto questi i problemi che preoccupano il coordinatore del Comitato di quartiere. Ci sarebbe anche quello dei “topi di appartamento”, per cui Abbattista chiede un costante pattugliamento da parte delle forze dell’ordine.

Da aprile ad oggi, sembra proprio che anche le richieste di sostegno avanzate in tema di sicurezza non siano state raccolte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tratturo Biccari, Abbattista: “Assenza di sicurezza e tutela ambientale”

FoggiaToday è in caricamento